username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Oggi sposi 20 dicembre 1992

Appena sposati,
escono gli sposi di chiesa
belli, giovani, emozionati,
una pioggia di riso li attende,
un futuro, una vita, un sorriso, un fiore,
una foto, consegnata ad un album
incorniciato d'amore.

La macchina che si avvicinava
alla chiesa ed il cuore mi scoppiava in gola,
mio padre, mia madre, la gente,
le campane, le voci, i complimenti,
tutto si confondeva.
E lui sull'altare, vestito di blu,
misterioso e profondo,
come una notte, con le stelle negli occhi.
Il passo si fingeva sicuro,
attento a non inciampare,
e la lacrima di rimmel trattenuta,
il prete, l'Ave Maria, il tamburo
del cuore,
tu, protagonista di un film d'amore.

Come vedersi da fuori,
voi due sull'altare attorniati,
dal bianco dei fiori.

La voce tremava, la promessa
incatenata a quel dito,
la vita fra dolci confetti e
a volte, l'amaro del riso.

Sfumava così l'attesa di lunghi preparativi
giorno che diventa una vita,
attimi racchiusi dentro il cuore,
un album da sfogliare seduti, senza fretta,
non ho mai pianto così tanto,
tornando, la sera,
quando diedi l'addio,
alla mia cameretta...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • Anna Cervone il 07/06/2010 13:48
    Evoca immagini che stanno nell'album dei ricordi di molti. Particolarmente sentito e condiviso il finale.
  • francesca cuccia il 07/06/2010 10:12
    Bellissima questa, belli ricordi brava.
  • Giuseppe Tiloca il 06/06/2010 20:39
    Rifletto leggendo questi versi, mi sono un po' spaventato vedendo le tue oltre 400 poesie, questa è molto carina, personalmente non mi vedo a un mio matrimonio, anche se sarebbe molto bello, hai inoltre descritto versi delicatissimi e riflessivi, complimenti
    l'amicizia è d'obbligo
  • Don Pompeo Mongiello il 06/06/2010 17:10
    Una poesia da far riflettere a chi si affretta. Il componimento è bellissimo.
  • Tim Adrian Reed il 06/06/2010 01:47
    Sono stato proprio oggi al matrimonio di una mia vecchia amica, compagna di asilo, elementari, medie... e mi chiedevo cosa si provasse allo "spegnersi dei riflettori", quando si ritorna al silenzio per un momento, prima di cambiare vita per sempre. Credo di averlo capito grazie a te...
    "non ho mai pianto così tanto,
    tornando, la sera,
    quando diedi l'addio,
    alla mia cameretta..."
  • Antonietta Mennitti il 05/06/2010 22:10
    Cara Laura io il 20 dicembre di quell'anno, la mia seconda luna di miele la festeggiai a Newyork, che coincidenza... e che ricordi!!!!! Ora pero' voglio dimenticare quella data, anche se mi sposai, anzi firmai la mia infelicità il 26/9 dello stesso anno. Spero tanto che i tuoi siano bei ricordi! Brava
  • loretta margherita citarei il 05/06/2010 21:50
    bella, non comment sul mio matrimonio, felicemente divorziata da 20 anni
  • Dolce Sorriso il 05/06/2010 21:49
    a chi lo dici... molto bella e sentita
    grazie Laura
    smackkk
  • Paola B. R. il 05/06/2010 19:13
    Mi hai fatto ricordare anche il mio di addio alla cameretta... quanti secoli fa!!!!
    Brava, emozionante!!!!
  • Viky D. il 05/06/2010 18:41
    "Giorno che diventa una vita..."
    Che bella!! Un giorno indimenticabile anche per me...
  • Simone Scienza il 05/06/2010 18:06
    I cambiamenti, anche i più belli della nostra vita,
    generano amarezze grandi e piccole,
    perchè l'amore dà e l'amore prende... SEMPRE

    Le tue sensazioni cone al solito mi arrivano in modo diretto, la tua sicerità nel condividerle è tangibile, commovente.
  • Hila Moon il 05/06/2010 17:53
    Dolcissima poesia
  • Anonimo il 05/06/2010 16:31
    Cronaca di un matrimonio... fine della libertà?
    Non è detto e non si può dire...
    Bravissima!
  • Salvatore Ferranti il 05/06/2010 15:46
    che dire? sono rimato a bocca aperta...
    grande laura
  • - Giama - il 05/06/2010 14:36
    molto.. molto.. bella!


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0