PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tra suli e mari

Li senti li campani a festa di luntanu..
E vidi poi lu focu di li bummi da lu chianu..
Sai oggi è lu jornu ca tutti nui aspittamu..
La festa di lu Santu lu martiri Bastianu..
Oh bedda Aci tu.. ca stai tra suli e mari..
Li mo paroli veri.. pi tia non ponu bastari..
E pi li biddizzi to e pi la to genti vera..
E pi sta Sicilia tutta.. ca pi mia è Patria da Terra..
La to costa aju canusciutu.. di chi eru picciriddu..
Partennu di lu Capu.. pi finiri a lu Pizzìddu..
E poi li sirati a Scala.. cu la luna ca rifletti..
E la genti tutta 'nchiazza ca cantannu s'addivetti..
E di li chiazzetti vardu estasiatu la marea..
Ancora tra mitu e storia di Aci e Galatea..

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • clarissa catti il 13/07/2011 12:56
    aaahmi piace un sacco come l'hai scritta
  • laura cuppone il 18/01/2011 22:36
    splendida!!!
    letta e compresa...

    bravo.
    Laura
  • salvo ragonesi il 11/08/2010 20:45
    nana caputu nenti ci cridi tu:la lingua è nostra. date a cesare. ciao fabri.