accedi   |   crea nuovo account

In Chiesa

Un freddo ricordo
mi riporta là,
parole d'amore programmate per gli ipocriti
instupiditi dall'egoismo,
raggi variopinti di luce filtrano morbidi
attraverso le vetrate colorate,
per allietare i volti torbidi di menti alienate.
Una voce rauca grida in lontananza
la tua grave mancanza,
la tua colpa mortale.
Una campana stridula
ti ricorda un dio crudele,
verso cui devi adorare,
pena una cottura eterna.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Francesca La Torre il 06/06/2010 09:32
    Piaciuta molto, e' il lato negativo della Chiesa, espresso molto bene, la fede e' un'altra cosa, ma, e ' tanto difficile mantenerla se si va spesso in chiesa, forse e' meglio non avere intermediari tra noi e Dio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0