username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Distrazioni pagane

Siamo dei gran geni
così bravi
ad importare
il peggio che c'è nel mondo
dimenticandoci
- quanto siamo sbadati! -
che viviamo
dove la cultura nacque
- cosa è rimasto
della culla del mondo antico? -

Non mi sorprende
che insieme al resto
festeggiamo il chiassoso Halloween
- colpa dei telefilm americani
e degli stereotipi
di cui si nutre il villaggio globale -

Svuotiamo zucche
nella speranza che vengano bene
e non sappiamo nemmeno
come travestirci

Stasera è la gran notte
delle streghe
c'è una strepitosa festa
a due passi da casa mia

Chissà quante donne
con la scusa del costume
si lasceranno andare...
un goccio tira l'altro
si ballerà fino all'alba
si berranno liquidi verdi
azzurri
rosa
io sono uno
che non ama le mezze misure
e dopo il dolcetto
pretendo lo scherzetto...

Con la carta che mi coprirà il viso
saprò improvvisare
allungare le mani forse
baciare a caso
chi sporgerà
le labbra avide di sangue
- è una festa pagana
dopotutto -

Nessuno potrà pretendere
aureole
stanotte!
Domani mattina
andrò alla messa delle sette

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • vasily biserov il 18/07/2010 12:44
    il mescolamento delle diverse tradizioni è una delle caratteristiche principali della nostra società e tu lo hai reso noto con un ottimo esempio... bravo!!
  • karen tognini il 07/06/2010 21:27


    bella... bravo Salvatore!
  • karen tognini il 07/06/2010 21:27
  • Maurizio Cortese il 07/06/2010 17:32
    Finale a sorpresa: quella messa è per riparazione o per ipocrisia? Come sempre abile indagatore della realtà.
  • loretta margherita citarei il 07/06/2010 16:50
    originale, non concepisco feste non relative alle nostre tradizioni, un tempo se non erro, nella tua regione, la sicilia, v'era l'uso che i morti portassero doni ai bimbi, ora dolcetto o scherzetto, mi urta perdere la tradizione, la nostra tradizione, bei versi salva
  • Tiziana La delfina il 07/06/2010 15:19
    molto originale, scritta con grande maestria, complimenti
  • Fabricio Luiz Guerrini il 07/06/2010 14:57
    D'altra parte anche le nostre feste religiose traggono spesso origina da vecchie feste pagane, ad esempio il Natale dal Sol Invictus etc. Tutto si trasforma perchè nulla cambi.
  • Anonimo il 07/06/2010 14:14
    Ironicamente viviamo le feste pagane delle altre società,
    dimenticando la nostra, ipocritamente ne vogliamo copiare
    gli usi e costumi, dimenticando i nostri e superficialmente
    ritorniamo a messa il giorno dopo!!

    Bellissima riflessione Sal...
  • Hila Moon il 07/06/2010 14:12
    originalità e simpatia rendono questa tua poesia piacevolissima! molto bravo!!!
  • Elisabetta Fabrini il 07/06/2010 14:00
    Mi hai fatto sorridere Salva!! vengo con te alla Messa!.. tra il serio e il faceto mi soprprendi sempre!!
  • francesca cuccia il 07/06/2010 13:46
    Con ironia tocchi la verità sempre grande, un abbraccio amico mio e bravissimo.
  • Vincenzo Capitanucci il 07/06/2010 13:15
    Le zucche son vuote... e l'ipocrisia e la falsità vi abita...

    Bravo Salvatore...
  • laura marchetti il 07/06/2010 13:11
    bravo, ironico, dolce e pungente a pennellare con i tuoi versi la vita... bravissimo Sal, insuperabile!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0