username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Haiti

Gli angeli scendono
lungo la via che porta al mare
- ognuno porta a spalla
quel che può -

Bambini senza gambe,
donne e madri
vestite di stracci,
- gli altri sono altrove
sepolti sotto strati di cemento
duro come la sorte
che li ha voluti dentro una casa
quando la terra
decise che era giunta l'ora
di fare sentire la proprie ragioni -

Gli angeli sono arrivati alla spiaggia;
si siedono in cerchio
e aspettano...

Arriverà presto
l'ora luminosa
quella della redenzione:
l'amore ha resistito
nonostante tutto...

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Gabriella Salvatore il 08/06/2010 23:40
    La tua sensibilità permette di scrivere questi meravigliosi versi che salgono quasi come una preghiera al cielo, la speranza è di chi crede... Stupenda!
  • laura marchetti il 08/06/2010 13:53
    molto bella, triste ma piena di speranza
  • Anonimo il 08/06/2010 08:38
    Si, purtroppo servono morti, tragedie, per urlare l'assenza del mondo intero...
    è molto triste...

    Bellissima riflessione Sal...
  • loretta margherita citarei il 08/06/2010 07:37
    bella riflessione, ma mi viene in mente questa riflessione: servono le tragedie per ricordare le sofferenze di tanti popoli? mi riferisco alla sofferenza sconosciuta di tante persone,, alle guerre dimenticate, al ciarlare confuso di tanti politici che ignorano situazioni drammatiche

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0