username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La mia terra

Come madre mi porta in grembo,
scioglie le sue briglie al vento
e, con lacrima di rugiada,
cavallo bianco, corre incontro alla vita.

La mia terra si stende
come donna sensuale fra dolci colline
che diradano giù verso il mare.
È la terra di chi ha i segni nel viso
e nelle mani, del sole e della fatica,
che l'ha accarezzata come amica
e ha disperso i suoi semi nel suo ventre,
sempre fertile e generoso.

Si affaccia la vita su di un campo di grano
una piccola formica, lentamente
si muove e guida un trattore giù verso il piano.
E dopo averlo dolcemente pettinato e curato,
come un bambino
oggi raccoglie i suoi frutti,
quel chicco di grano che lento trascina
dentro a quel mare di zolle,
dentro a quei flutti.

Terra libera e pronta ad accogliere
in seno chi la vuole conquistare,
una bella donna che profuma di vento,
di sole e di mare.
Che dirige un'orchestra tante vite,
quella del cigno per eccellenza Rossini
note di un passato, dal conservatorio
una musica dolce, si diffonde nell'aria
un suono di violini.

Eclettica e un po' provinciale, si asciuga
una lacrima e si mette a lavorare.
Dentro le fabbriche in periferia
la musica diventa rumore di seghe,
di macchinari e di code di operai
che alla sera, vengono via...

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • tania rybak il 09/06/2010 16:14
    le tue poesie sono i racconti di una vita autentica e emozionante, bravissima, baci
  • Marcello De Tullio il 09/06/2010 05:54
    Per me che vivo all'estero vivo queste tue emozioni sulla nostra amata terra 1000 volte amplificate. Sei bravissima
  • denny red. il 09/06/2010 04:24
    bellissimi versi, descritta come tu sola sai fare, SPLENDIDA!! POESIA.
  • Salvatore Ferranti il 08/06/2010 12:59
    molto bella questa poesia pienamente apprezzata---
  • Simone Scienza il 08/06/2010 10:49
    Laura, come sempre perfetto cicerone:
    la tua terra, fertile di anime laboriose, cresciute nell'oro assolato dei campi,
    al servizio della vita
  • francesca cuccia il 08/06/2010 10:28
    Sei Bravissima,
    mi fai sempre rivivere.. in ogni lettura,
    Grazie...
    Un caro saluto.
  • karen tognini il 08/06/2010 10:24
    STUPENDA...

    Laura... sei musica... in versi...
  • Vincenzo Capitanucci il 08/06/2010 07:35
    La musica diventa rumore di seghe... code di operai... che alla sera vengono via... in anima violentati..

    Bellissima Laura... La mia Terra si stende... profuma di vento di sole di mare... ed ha voce e canto di violino...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0