accedi   |   crea nuovo account

La stanza nel Sole

Esco senza mai uscire da questa nostra stanza nel Sole.

E Io ti faccio dono di ogni mio silenzio.
Di ogni mio sorriso.
Di ogni mio pensiero.

Ma non percepirlo come un peso, sebbene io me ne liberi,
sono una donazione, preziosa e intima.
Un qualcosa di anche tuo che io ti rendo dopo anni.

Un ritrovarsi infine.
Un natale, il mio.
Nascendo in te, nuovi orizzonti e occhi conseguo.

Le promesse le mischio al sangue, e nella terra li impasto.
Solo tu potrai trovare il filo di ogni cosa.
Quante vite, prima d'essere a casa.

Tu non mi fai violenza.
Tu non mi chiedi, ma dai.
Tu mi accetti, e mi rendi vita.

Cristo è in ogni dove.
Sotto ogni pietra vi è la sua idea.
Ma questo immenso, fisico, incantevole e saporito Dio,

la mia Famiglia è.



(E che questo m'accompagni, per mano, a scoprir lo mondo.)

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Hila Moon il 08/06/2010 09:50
    immagini molto belle in questa tua poesia!!!
  • Vincenzo Capitanucci il 08/06/2010 09:02
    Bellissima... Andrea... l'Amore...è ... un Natale dell'anima...

    quante vite prima di essere a casa...
  • Tiziana La delfina il 08/06/2010 09:01
    straordinaria poesia, molto apprezzata, bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0