PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Non voglio capire

Non voglio capire
non voglio credere
a questa vita matrigna
che mi ha dimenticato
rinnegato e cancellato.

Gettata al cassonetto
come rifiuto da incenerire
tra le immondizie della discarica
come straccio vecchio
che non si conserva
neanche per le pulizie

Vita maltrattata
senza riconoscimenti
nè ringraziamenti
eppure ho dato
ho amato
senza lesinare in qualità
né in tempo

ed ora questa "brutta vita"
mi ha tolto il saluto
non mi sorride
né mi stringe la mano
a volte elargisce
un cenno del capo

ed io... contenta
sussurro "ti amo"

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 24/03/2016 10:17
    Un plauso tutto tuo per questa tua meravigliosa!

4 commenti:

  • Anonimo il 03/07/2010 17:58
    Ora capisco meglio il tuo commento al mio aforisma "ti amo", capisco anche la rabbia esplosiva dell'opera bellissima che hai scritto...
  • Anonimo il 09/06/2010 11:01
    poesia struggente, sicuramente scritta con rabbia verso colui o coloro a cui hai dato e che ti hanno voltato le spalle, ma se ti guardi attorno, sicuramente, una mano c'e', prendila e fidati... un abbraccio
  • Don Pompeo Mongiello il 09/06/2010 10:35
    In questa vita, seppur matrigna, siamo sempre legati, come l'ombelico di chi ancora non è nato alla madre. Versi comunque molto belli.
  • vincent corbo il 09/06/2010 08:24
    La vita matrigna... quante ingiustizie subiamo! Eppure troviamo sempre la forza di amarla.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0