accedi   |   crea nuovo account

Ora che sei lontana

Potrei,
non dipingere i tuoi occhi
nei miei sogni,
come le stelle fanno con la notte,
perdermi in ogni tua carezza,
morente,
su questa terra nuda.

Potrei,
non ascoltare la tua voce
cantare inni d'amore alla vita,
sorridente come primavera di montagna.

Potrei,
non giungere a te navigando
sull'onde del mare in tempesta,
o volando tra soffici nuvole,
baciare i tuoi occhi,
far scivolare le mani tra i capelli.

Potrei,
spegnere la mia sete di te,
che arde,
e mi consuma il cuore.

Potrei,
ma non lo faccio,
non voglio,
perchè è l'unico modo che ho
di poterti amare,
ora che sei lontana.

 

2
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Mattia Callegaro il 10/07/2012 12:43
    Esprime piuttosto efficacemente l'amore che si fa più forte con la lontananza, colgo un leggero senso d'arresa...

5 commenti:

  • luigi deluca il 01/09/2007 18:10
    Così, giusto per "sfizio" se dopo "nuda" "montagna" "capelli" e "cuore" metti il punto interrogativo e dopo "lontana" il punto esclamativo, non ti sembra più
    "viva"? più "teatrale"? Pensaci e fammi sapere, gigi
  • sara rota il 27/06/2007 14:48
    Bello questo uso del condizionale... ma perchè non provare a renderlo presente? Anche colei che è lontana prima o poi torna...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0