accedi   |   crea nuovo account

La donna che piange

In questa desolata solitudine
un bruciato splendente
nel profumo di un fiore.

E sarebbe pena la vaga frustrazione
nel dolce
soffrire.

Rapsodia
di un lampione nel vento
aggrappato ad un vecchio orologio.

E poi
una chiara nebbia leggera
nell'aria svanisce.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Cristiana Oliva il 10/06/2010 23:04
    È proprio nella solitudine che si sentono i profumi più buoni... mi piace.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0