username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Mi faccio cicala

Mi faccio cicala tra le formiche
ma mi sento più scarabeo tra grilli.
Cammino lungo corridoi di silenzi
espandendo la mia voce in fremiti d'ali
che non possiedo ma che cerco
lasciando aperte cicatrici e chiuse labbra
come testimoni di un finito amore.
Mi faccio formica tra le cicale
e grillo (s)parlante tra gli scarabei.
Mi fermo in un lungo corridoio
e chiudo la voce in un cassetto
come fosse un sogno da conservare
che cerco ma non possiedo
lasciando ai miei ricordi solo il silenzio
di labbra che non si apriranno
per mostrarmi altri sorrisi
di cui vorrei nutrirmi.

 

1
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 21/09/2013 17:49
    Veramente tanto piaciuta questa tua straordinaria!

5 commenti:

  • - Giama - il 11/06/2010 23:59
    complimenti! penso inizialmente ad uno scritto simpatico, ma l'ironia fa spazio alla riflessione...
    l'ho apprezzata particolarmente.

    Gia
  • loretta margherita citarei il 11/06/2010 20:17
    bella introspezione
  • Donato Delfin8 il 11/06/2010 15:43
    Piaciuta.
  • Anonimo il 11/06/2010 14:06
  • Anonimo il 11/06/2010 13:43
    Mai smettere di sperare... il sorriso tornerà con la voglia di cantare tra spighe di grano e tanto, tanto sole!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0