username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La carezza della perdizione

Ancora più a fondo. Affondo
le unghie dissolte nel cemento
solitudini di sangue e ossa
maciullate cercando botole
per uscire da questa prigione

Angelo di fuoco e polvere
piovuto da un cielo spergiuro
condannato per tropp’ innocenza

C’accordano una sola scelta

ed io la scelgo nel cerchio nero
dei tuoi sguardi acuminati
nei tuoi artigli celati
sotto calda e candida pelle
un rosso squarcio a suggellare
la nostra unica notte d’amore

Per perdermi senza perderti
imploro ora la tua mano:

camminerà su dita sottili
la carezza della perdizione

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Emanuele Perrone il 06/02/2012 20:34
    bella complimenti,... reale
  • Anonimo il 03/03/2007 19:33
    Affondo le unghie in profondita', dove la carne e' ancora vergine, per scoprire il mio cuore... per sopravvivere...
    Inchioda il cuore disperso..
    KX
  • Riccardo Brumana il 27/02/2007 20:27
    mi ricorda la trama di un dylan dog che ho letto da ragazzo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0