PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Controcorrente

Mi diedero un fucile
bastava premere un dito,
m'insegnarono a sparare,
mostrandomi il nemico,
che io dovevo odiare,
ma imparai ad amare,
riuscii a capire
che a chiunque nel petto
batte un cuore,
è mio fratello
e merita amore,
chi un arma impugna
contro un uomo,
non può esser chiamato
essere umano,
vorrei dir tanto
e non dico niente,
ma finchè
pulsa d'amore il mio cuore
andrò controcorrente.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • Cinzia Gargiulo il 18/06/2010 19:58
    Non avevo dubbi sul fatto che tu vai contro la corrente della violenza e porti alta la bandiera dell'Amore.
    Poesia bellissima Dado!
    Bacioni e buon fine settimana!...
  • alice costa il 15/06/2010 10:45
    splendida questa poesia.. un inno all'amore... quello con la A maiuscola...
    Bravissimo
  • Tiziana La delfina il 13/06/2010 08:42
    bei versi, davvero strepitosa i miei complimenti
  • - Giama - il 13/06/2010 02:29
    contro la corrente della violenza, dell'odio... ma a favore di vento... quello dell'amore!
    bravissimo, complimenti!
    Ciao Giacomo
  • Elisabetta Fabrini il 12/06/2010 19:56
    vengo anche io controcorrente con te.. bella e originale poesia... complimenti!!
  • Aedo il 12/06/2010 19:54
    Sono d'accordo con te: bisognerebbe allargare il cerchio, per dare una svolta a questo mondo per tanti versi ancora privo d'amore.
    Bella poesia!
    Ignazio
  • Vincenzo Capitanucci il 12/06/2010 18:21
    Si... Fernando... dobbiamo tutti andare controcorrente... tornare a quella sor-gente d'Amore... che ci ha originato...

    Bellissima... Fernando...è mio fratello...è sangue del mio sangue...è corpo del mio corpo...è la luce vitale della mia luce...
  • Falco libero il 12/06/2010 18:16
    Ci si dimentica che facciamo parte tutti dello stesso destino.
    Bravissimo
  • laura cuppone il 12/06/2010 17:57
    Ferny...
    impugnamo un fiore o una penna.

    poesia significativa e dolce.
    laura
  • Anonimo il 12/06/2010 17:45
    Versi significativi che suggeriscono una seria riflessione sulla capacità di andare oltre alcune forme ed un sistema che spesso si rivela solo come apparenza senza alcuna sostanza. Molto condivisa ed apprezzata. Complimenti.
  • Paola B. R. il 12/06/2010 17:22
    Bella poesia, in questi casi bisogna PROPRIO andare contro corrente!!!!
  • loretta margherita citarei il 12/06/2010 17:11
    giustissimo| bella poesia
  • rea pasquale il 12/06/2010 16:34
    La violenza nasce dalla diffidenza, ma non è solo fisica. La violenza che rende gli uomini schiavi, non scandalizza più nessuno.
    Bravo bella poesia.
    Ciao
  • Anonimo il 12/06/2010 15:20
    Dal tuo cuore non poteva che uscire una poesia nella poesia, contro la corrente
    della violenza...

    Bellissimi versi, bellissimo il tuo cuore

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0