username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ragazza stupida

Vorrei essere
una ragazza stupida.
Parlare di tutto e di niente.
E ridere in quel modo.
E mostrare i miei capelli curati,
la mia pelle dorata
di fondotinta,
il mio viso da bambola,
le mie lunghe ciglia
finte e seducenti.
Vorrei avere
tanti ragazzi superficiali,
girarmi attorno come uno sciame
senza badare a quello che penso.
Vorrei essere
una ragazza stupida.
E non avere problemi
Mostrarmi e basta.
Tanto, cosa importa,
essere profondi
e pensare,
leggere, studiare.
Tutto quello che sono dentro
in questo mondo non serve a niente.

 

1
8 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Sergio Fravolini il 19/11/2016 10:36
    Si rincorre il pensiero la voglia di essere si stare lontano verso cio' che si vorrebbe essere.
  • vincent corbo il 06/02/2012 11:25
    Una poesia provocatoria e "intelligente" che è anche una denuncia della caduta dei valori di questa società.

8 commenti:

  • bruna lanza il 14/03/2013 07:59
    vorrei essere una ragazza stupida tanto da poter mettere a tacere te stessa? impossibile nascondersi, alcuni esistono per illuminare la via a chi non sa, complimenti per il tema scelto.
  • Emanuele Perrone il 10/07/2010 18:56
    ehehehehe... non penso che essere stupido ti risolva piu problemi di quelli che poi alla fine ti crea... comunque complimenti bella poesia...
  • Francesco Garofalo il 23/06/2010 00:58
    Carla che dire... sei veramente bravissima... leggendo questa opera ho ripercorso il mio modo di pensare, tutti badano all'etichetta e non al contenuto... io credo che tu sei sicuramente una ragazza piena di contenuto... brava brava brava..
  • carla nessie il 13/06/2010 12:38
    Grazie per tutti i commenti... ho scritto la poesia in un momento in cui mi chiedevo se la bellezza fosse davvero tutto. Ora che la rileggo mi rendo conto di essere stata un po', come dire, critica. Ma del resto le poesie sono anche questo, no? Hanno il potere di fermare sentimenti e sensazioni di un istante. E quello per me non è stato un bell'istante.
  • giuliano paolini il 13/06/2010 10:28
    dai che forse un po' lo sei come del resto tutti noi
    se ci poniamo il problema di essere altro da ciò che siamo vuol dire che non siamo ancora nati come autentici, un albero non vuole essere un fiore un cavallo non una tartaruga, in te esiste tutto per essere perfetta, lo sei già lascia che quella strana forza che ti alza la mattina ti porti in giro con tutta la sua pienezza e poi vedrai che gran bel vivere
  • Teresa Pisano il 12/06/2010 23:39
    ognuno è come è... se tu ami le profondità, bene, goditele senza mortificarti e, che gli altri siano quel che siano... intanto il tuo essere ti fa scrivere belle poesie... ne vale la pena no? brava
  • Amorina Rojo il 12/06/2010 18:42
    Una bella denuncia... uno sfogo. Che dire, madonna bona... serve, serve... sei stata informata male. Il tuo pensiero è legittimo ma serve solo a rinforzare il concetto: serve, eccome! Il punto viene assegnato a bocce ferme. Ciao e... brava. Bacino dalla zia
  • loretta margherita citarei il 12/06/2010 17:01
    serve invece e tanto bei versi complimenti