username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Festa di Compleanno

Cosa resterà di questo giorno felice,
con gli amici trascorso fra gli scherzi e le risa,
che con procedere stanco va incontro alla sera.
Finita è la festa, ora... la casa è deserta,
gli amici hanno varcato la porta,
e le loro voci risuonano allegre giù per le scale,
per poi perdersi oltre, lunga la strada.
Nella penombra, il tic tac di una sveglia,
scandisce l'andare del tempo.
Un profumo di donna aleggia nell'aria,
nella mia mente il ricordo di lei.
I calici vuoti ricordano i brindisi,
sparse qua e là, vuote bottiglie,
su di un tavolo antico, portaceneri colmi.
Cosa resterà di questo giorno di festa!
Forse, un ricordo nascosto nelle pieghe del tempo.
Forse una promessa, che attenderà un ansiosa risposta,
o forse tutto, morirà nell'oblio.
Assonnato sfioro le rughe, guardando il mio viso allo specchio,
e un rassegnato sorriso, rattrista il mio volto.
Fuori, il vento agita le cime degli alberi alti,
e percorre le vie spazzando le foglie.
Nella strada deserta, i severi palazzi,
e lo stridere di un ultimo tram, ferisce il silenzio.
Ad un ultimo piano, si spegne una luce.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 20/06/2011 14:40
    cosa resta di un giorno di festa... stanze vuote poltrone scomposte da disordinati cuscini... tavoli con calici vuoti... un ricordo che il tempo custodirà nella nostra mente tra scomparti segreti... come sempre bravo non ci sono altre parole... un abbraccio
  • laura marchetti il 13/06/2010 21:04
    restano i ricordi che rimarrano sempre vivi e presenti... immagini molto belle e reali sembra di entrarci dentro...
  • Falco libero il 13/06/2010 16:25
    Bellissimi resti da estendere sull'intera esistenza.
    Cosa resta?
    Ottima
  • loretta margherita citarei il 13/06/2010 15:58
    come sempre ottimi versi
  • Anonimo il 13/06/2010 15:40
    Si festeggia, si brinda, si balla e si canta, sorrisi e risate... tra i "cento" di questi giorni... si condivide il vero e il falso... e poi rimangono solo i ricordi... sempre troppo silenziosi e sempre più sbiaditi... e la tristezza sale e travolge, sommerge...
    Molto belli i versi di questa tua poesia, ma mi hanno intristito parecchio... forse perchè non vorrei mai festeggiare i compleanni di nessuno, compreso il mio, perchè ridiamo del tempo che ci porta via...
  • Cinzia Gargiulo il 13/06/2010 11:43
    Tutto passa ma di una bella festa restano ricordi piacevoli.
    Bella e malinconica poesia.
    Ciao...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0