username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dentro il suo abbraccio

E poi perdersi
dentro il suo abbraccio,
quando si spengono i rumori
e si accendono le luci,
quando la giostra del mondo
sembra essersi fermata,
ed ascolto il silenzio,
la complicità di un incontro
clandestino con la notte.
Assaporo il suo lato oscuro
quello che alla luce del giorno
sparisce,
come occhio che si chiude
al sorgere del sole,
quando la quotidianità
frettolosa passa sui tram,
dentro gli uffici,
sbadigliando assorta di fronte
al capuccino.
Un tuffo dentro un caffè
nero e avvolgente
come il suo abbraccio,
nelle sue strade
in cui mi perdo,
come vuoti labirinti.
Un semaforo mi strizza il suo occhio
e mi invita a passare,
lontana dalla quotidiana follia,
un gatto randagio,
si ferma, mi guarda
e poi fugge via.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • GUIDO MOROSI il 29/05/2011 08:54
  • denny red. il 14/06/2010 00:10
    quando "la giostra" del mondo
    sembra essersi fermata.
    poesia splendida!!!
    chusura bellisma!!!
    Bravissima!!!
  • Anonimo il 13/06/2010 23:34
    la quotidianità vive l'esistenza della quotidianità, è forse il tran- tran che gioca col silenzio del cambiare, dell'immaginarsi diversamente da ciò che capita tutti i giorni, forse fantasia e sogno la cambiano, a me piace sognare, è l'unico modo per variare i giorni. ciao laura la tua poesia è stupenda ciao Salcod.
  • Manuela Magi il 13/06/2010 23:27
    Diventa un rifugio sicuro alle volte.
    Piaciuta molto.
  • Antonietta Mennitti il 13/06/2010 23:00
    Stupenda, nonostante il caos del traffico... Brava!
  • Falco libero il 13/06/2010 22:43
    Sei stupenda Laura bellissimi versi " Un semaforo mi strizza..." Bellissima chiusa.
    Brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0