username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'assenza

Soffia il vento,
caldo, carezzevole
scuote l'albero del tempo
su quella collina e poi lui,
il suo abbraccio
in cui avrei voluto perdermi
e disperdere il suo eco.
Il tempo,
sussurrava promesse al vento,
lo ascoltavo rapita,
una fiaba, un racconto,
ancora.
Seduta scavavo con le mani
dentro la terra,
come a cercare risposte
che ferivano,
spezzavano le unghie
ed il freddo,
il mio respiro.
Poi mi stringeva,
mi accarezzava
con la sua mano gelida
ed io mi perdevo,
come in un abbraccio,
dentro la sua stretta,
che mi serrava e mi bloccava
immobile,
l'assenza,
ad ascoltarla ancora
esalare il suo ultimo respiro.

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • tania rybak il 15/06/2010 00:17
    anzi, tuo padre...(e poi lui, il suo abbraccio)forza, che tvtb lo stesso i tuoi genitori...
  • tania rybak il 15/06/2010 00:15
    ti manca tua madre, vero? bella e sruggente poesia
  • Giacomo Scimonelli il 14/06/2010 16:13
    io evito sempre di scavare con le mani dentro la terra... ho paura di trovare risposte che mi ferirebbero... tanta paura... bellissima poesia...
  • Anonimo il 14/06/2010 09:36

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0