accedi   |   crea nuovo account

Per non dimenticare

Groviglio di corpi,
in orrida distesa,
terra rossa,
in indefinibile massacro.
Vi prego!
Seppellite quei poveri resti,
atterriti, torturati,
uccisi e poi bruciati,
da vile mostruosità.
Ma perchè tanta sofferenza?
Donne, vecchi e bambini,
non erano vostri nemici,
luride immonde bestie.
trasfigurate in uomini
che neanche gli inferi,
abbiano pietà di voi,
Tanto tempo è passato,
ed io ancora non dormo,
come se quel crimine,
fosse stato anche il mio.

 

l'autore Falco libero ha riportato queste note sull'opera

In memoria delle vittime dell'eccidio di Sant'Anna di Stazzema.
L'ho immaginato Come il triste ricordo di un sopravvissuto


1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • silvana capelli il 24/01/2012 23:50
    sono stata in quei campi e ne so qualcosa. sono poesie tristi ma vere. bravo! un caro saluto..
    auguro che non succeda più simili atrocità!!!
  • Bruno Briasco il 12/06/2011 17:27
    --------------------------
  • Donato Delfin8 il 15/06/2010 00:15
    Sigh! ma dal 12 agosto 1944 è già capitato ancora!
    ci sono stati molti altri crimini contro l'umanità ...
  • Fuvell Altego il 14/06/2010 23:34
    Hai descritto ottimamente l'immagine di un dramma da augurare che non capiti mai più.
  • loretta margherita citarei il 14/06/2010 22:30
    come san francesco d'assisi che soleva dire che era anche colpa sua per orridi peccati, piaciuta
  • Donato Delfin8 il 14/06/2010 19:45
    OTTIMO.
    Mai dimenticare tutti i crimini!
  • Elisabetta Fabrini il 14/06/2010 14:32
    è stato un crimine orrendo e tutti lo portiamo dentro... l'importante è non dimenticare!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0