username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Morte d'un gelsomino

Del gelsomino non so altro:
qualcuno ha tagliato il tronco
a due centimetri da terra
e l'ha lasciato appeso
- un cadavere arrampicato sul muro -

I fiori sono intruglio secco
sulla terra che non sa nascondere
comunque la primavera

Conto le palme
ci sono tutte
i parassiti hanno perso la partita
- le foglie appuntite si muovono
come volessero salutarmi -

Io tengo le mani in tasca
mi sono svegliato burbero stamattina
penso all'assassino del gelsomino
al movimento perverso della forbice
che taglia - al rumore secco
del tenero tronco spezzato in due -

Penso alle radici che ancora s'allungano
a cercare nuova linfa
come le gambe d'un uomo senza testa
che non hanno smesso di tremare
a causa della stupidità dei nervi

Mi sdraio sull'erba umida
ma non trovo fiori da mettere in bocca
la natura è rinata
ma qualcosa è morto per sempre
in questo giardino che credevo mio

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Manuela Magi il 15/06/2010 21:06
    Credo che ci siano dei riferimenti ben precisi tra i versi, specialmente nella chiusa.
    Trovo sia particolare... ma è poesia.
  • vincent corbo il 15/06/2010 10:06
    Mi piace molto questa poesia che trasmette un grande rispetto per la natura.
  • Maurizio Cortese il 14/06/2010 23:41
    Poesia dalle tante chiavi di lettura, ma mi ostino a credere che quella realista sia la più coinvolgente; del resto mi pare di aver capito che l'attenta disamina della realtà sia il tuo forte. Sempre bravo.
  • karen tognini il 14/06/2010 22:54


    piaciuta... bravo...
    k
  • Anonimo il 14/06/2010 22:37
    Capisco il tuo dolore, le nostre piante sono come figli, li curiamo con amore e passione e nessuno dovrebbe ucciderle.
    Bella e intensa.
  • Elisabetta Fabrini il 14/06/2010 22:05
    Toccato nell'anima anche per la morte di un fiore... con te tutto diventa poesia... ecccellente Salva!!
  • Anonimo il 14/06/2010 21:28
    ottime riflessioni che vanno in diverse direzioni
    bravo davvero
  • loretta margherita citarei il 14/06/2010 20:49
    la stessa sensazione provata ieri, quando qualcuno nel confine di giardino ha tagliato il rosmarino bella poesia, piena di doppi sensi, bravo.
  • Anonimo il 14/06/2010 20:47
    .. qualche cosa è morto in questo giardino che pensavo mio... ho tutto il resto
    ma manca quel qualche cosa...

    Bella riflessione Sal, bei versi!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0