username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dimmelo

Dimmi - di certo lo sai -
che cosa viene a cercare
questo piccolo bambino deforme,
allattato da mammelle senza latte,
costretto a camminare scalzo,
a ferirsi i piedi,
a non piangere,
avvezzo alla fame e al freddo.


Dì, cosa viene a cercare
all'incrocio di continenti
troppo diversi per stare insieme?
Forse la pietà,

forse l'amore?
Un glorioso avvenire?


Un tozzo di pane, certo,
un tozzo di pane.
Ma morirà prima di raggiungere
l'altra sponda,
o l'ucciderà l'uomo dell'altra razza,
non appena avrà invaso la sua casa.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Linda Fantini il 12/11/2010 22:25
    Toccante e cruda allo stesso tempo. Bravo!
  • Antonietta Mennitti il 16/06/2010 07:28
    Riflessiva, attuale... Sei un genio Salva! Piaciuta tanto.
  • tania rybak il 16/06/2010 01:07
    clandestinità, promblemi razziali e le ricchezze raccolte solo da una parte esisteranno finchè esiserà l'egoismo umano, lode al tuo pensiero altruista
  • rosella campelletti il 15/06/2010 23:22
    molto forte, però vera, molto sentita bravo salvatore!!!!!
  • Gabriella Salvatore il 15/06/2010 22:13
    Versi di riflessione di attualità se pensiamo che nel mondo tanti bambini soffrono la fame e muoiono ogni giorno. Triste poesia ma molto bella, per i contenuti e la forma. Complimenti!
  • Manuela Magi il 15/06/2010 20:59
    Straordinaria.
    Hai messo in versi una situazione gravissima dei nostri giorni.
    Certo, di parole se ne dicono molte... ma i fatti? bella, bella.
  • denny red. il 15/06/2010 20:18
    bella!! salva.
    PREGA SEMPRE PER NOI MADRE DI DIO
  • Elisabetta Fabrini il 15/06/2010 18:10
    realista e amara visione della vita... bellissime parole Salva!
  • Dolce Sorriso il 15/06/2010 12:26
    bellissima...
    molto apprezzata
  • Maurizio Cortese il 15/06/2010 12:06
    Realistica, cruda e nel finale pessimistica: è una possibilità che succeda come dici, sta a noi impedire che vada così e conosco casi che lo attestano. Sempre magistrale la tua scrittura.
  • Fabricio Luiz Guerrini il 15/06/2010 11:49
    Bella e dura. Forse troppo, se andiamo nelle nostre cuole vediamo che molti di questi bimbi hanno trovato più che il pane in casa nostra. Noi abbiamo devastato i loro paesi, ora dovremmo aiutarli lì a trovare il giusto pane.
  • marinella addis il 15/06/2010 11:27
    ... un pugno allo stomaco pieno... dei grandi della terra... bella!
  • karen tognini il 15/06/2010 11:17
    Realtà ... tristissima... e il cuore si gonfia come le loro pance in assenza di cibo!

    k
  • bruno guidotti il 15/06/2010 11:15
    Ottima poesia, attuale il tema, bravo.
  • Anonimo il 15/06/2010 11:05
    Un tema triste e reale che mi tocca particolarmente, mi ferisce la consapevolezza
    di vivere in un mondo dove l'indifferenza regna sovrana.
    Bellissima!
  • Donato Delfin8 il 15/06/2010 10:59
    Ottima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0