accedi   |   crea nuovo account

Sogno

Nell'entroterra cerebrale

i sogni non mi sognano, ma
io sogno loro.

Non darò colpa a Morfeo se è sgualdrina la notte
quando mi chiude gli occhi
per lasciare al mattino
dintorni odoranti
di orgasmi retrocessi
in risvegli improvvisi.

Umide
le notti che mimano le immagini del giorno,
e non solo.

Replica il buio il silenzio
come per udire il nulla
e cercare una bocca per parlare
nei sogni che imitano la vita:

opaco biancore
d'immagini sfalsate
s'indebitano di nostalgia,
a volte, con i miei sentimenti,

lasciandomi pochi spicci di parole all'ombra di una penna,

alle particelle che separano l'anima dall'inchiostro,

per vedere
me stesso
scritto
nella giusta misura
di un sogno.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • sara rota il 21/03/2007 20:35
    Mi spiace, ma non mi convince. Scusa... A rileggersi
  • Riccardo Brumana il 08/03/2007 20:16
    bella ma non troppo scorrevole alla lettura.
  • ELIO RIA il 28/02/2007 10:25
    Alcuni versi sono interessanti, l'ultima strofa non mi è piaciuta. Comunque complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0