PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Parole che feriscono

Vivo giorni in cui
la tristezza e' la mia unica
amica.
Mi e' talmente vicina,
che la prendo per mano
e mi faccio guidare da lei
verso pensieri che infondono
solo voglia di piangere.
Parole non belle, dette da
persone che amo, mi tolgono
improvvisamente la gioia di vivere,
che con fatica, cerco di conquistare.
In un attimo, un brivido gelido,
mi attraversa l'anima ed ecco:
sono di nuovo sola, a nulla
e' servito avere tanto amato.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 30/10/2013 21:36
    Dare amore e non pentirsi mai di averlo dato. Chi l'ha raccolto falsificando sentimento ed immaggine propria non ha tradito chi gli è stato vicino e gli ha dato amore ma se stesso. In fondo basta convincersi che abbiamo amato un'altra persona e che adesso abbiamo scoperto che non è la stessa che noi avevamo pensato che fosse. In pratica la persona che è rimasta non è quella che abbiamo avuto prima tra le braccia. Ed io un'altra diversa da quella che ho amato mi rifiuto di averla e sono contento di averla persa.
  • Grazia Denaro il 07/02/2012 18:00
    Amare serve sempre perché è il bene rivolto agli altri. Amare fa bene a sé stessi, ci dà una dolce sensazione e l'animo sereno e tranquillo e poi se una persona ha l'indole dolce e non aggressiva, non può forzare il proprio io a comportarsi diversamente. Si comporti come sente il suo cuore.

20 commenti:

  • Anonimo il 03/11/2013 19:26
    Comunque, immagine con una "g". Da buon meridionale ogni tanto raddoppio le consonanti senza accorgermene, ma gli errori prima o poi li noto. Neppure tu te n'eri accorta e l'ho visto ritornando nella pagina della poesia perché non mi ricordavo cosa avessi scritto nel commento e, così, no notato l'errore.
  • Francesca La Torre il 07/02/2012 20:09
    Commenti veramente belli, hai capito come sono, grazie.
  • Anonimo il 17/02/2011 17:06
    Riempi di lacrime il tuo bicchiere
    consapevole di aver vinto
    perché hai tanto amato...
    Complimenti bella poesia Francesca...
  • Nicola Lo Conte il 01/07/2010 17:58
    Ama e non pentirti mai...
    ne vale sempre la pena...
  • Manuela Magi il 22/06/2010 10:50
    Sono tormenti che non fanno vivere bene. Diventano oppressione per l'anima. Trasmetti veramente uno stato d'animo facilmente condiviso. Una vera poesia.
  • Anonimo il 21/06/2010 14:58
    leggendo la tua poesia, mi ci sono rotrovato, per quello che ho passato... a nulla e' servito amare tanto... parole davvero tristi, sei un animo molto sensibile... bellissima poesia... un abbraccio
  • Giacomo Scimonelli il 21/06/2010 11:45
    ho riletto la tua poesia... hai ragione... le parole non belle dette dalle persone che più si amano sono dei macigni che appesantiscono la vita... ti capisco e condivido appieno ogni singola parola... hai trasmesso alla perfezione uno stato d'animo che accomuna molte persone... ma molti non riescono a farlo uscire dal proprio cuore...
  • Giacomo Scimonelli il 18/06/2010 09:12
    Francesca la tristezza è la compagna di vita che ci oserva sempre e sta vicino a noi come un ombra... per riconoscere la felicità è necessaria la presenza della tristezza... a volte però la tristezza prende il sopravvento su tutto e tutti ed è difficile separare i sorrisi dai pianti... ti capisco... brava x come hai messo in rima i tuoi tormenti
  • Cinzia Gargiulo il 18/06/2010 08:39
    Le parole taglienti di chi si ama feriscono in profondità e le cicatrici che restano spesso sanguinano a lungo ma col tempo riuscirai a star meglio e ti renderai conto che vale sempre la pena amare.
    Versi belli e sofferti.
    Buona giornata...
  • Aedo il 18/06/2010 00:15
    Quando si è feriti profondamente, colpiti da persone a cui si tiene, allora il mondo crolla, ci si sente sperduti, quasi sul ciglio di un burrone, pronti ad annullare la voglia di fantasia e libertà. Proprio allora però... bisogna avere la forza di fermarsi un attimo, attendere e sperare in un'alba diversa, che sicuramente arriverà!! Ti capisco profondamente.
    Ciao
    Ignazio
  • - Giama - il 17/06/2010 23:53
    basta un niente per morire dentro, se quel niente per noi vale tanto... così come chi non lo comprende!
    ci vuole anto per riprendersi... ma prima o poi si riesce!
    un abbraccio
    giacomo
  • rea pasquale il 17/06/2010 22:10
    Sono sempre convinto che ogni disperazione e tristezza può essere sconfitta dall'interno di noi stessi. Non è un percorso breve o senza ostacoli, ma è l'unico modo. Devi avere fiducia che questo momento passerà, ritroverai la curiosità per la vita e per tutte le cose belle che ancora ti aspettano.
    saluti
  • Maria Rosa Cugudda il 17/06/2010 21:55
    triste e malinconicA, ma stupenda!
  • Anonimo il 17/06/2010 20:06
    La violenza può essere esercitata anche in forma verbale, senza che le persone si avvedano di quanto accade. Hai espresso un messaggio molto significativo, condiviso. Versi molto interessanti per la struttura ed il contenuto. Complimenti.
  • giuliano paolini il 17/06/2010 19:40
    la vita non è mai banale o ad un piano solo
    arriva il brutto senza motivo così come il bello la modestia degli uomini è la scarsa onestà a volte quando è necessario occorre saper essere anche duri nei concetti e nei commenti senza necessariamente indorare la pillola se è amara che lo sia fino in fondo e questo ci aiuta ad essere totali anche nel dolore, non è per niente male vivere fino in fondo tutte le situazioni perchè quando torna il bel tempo sai che libidine assoluta poter bearsi del magico che la vita ci dona.
  • Anonimo il 17/06/2010 18:33
    Le parole usate come strumenti per far male, escono sempre e solo da cuori pieni di rabbia e da teste piene di niente. Troppa gente non si rende conto di quanto può ferire in questo modo e dimentica subito, non rendendosi mai conto che certe parole sono segni, tagli, stilettate che, comunque, lasciano cicatrici! Meglio uno schiaffo, a volte...!
    Bellisima poesia Francesca!
  • karen tognini il 17/06/2010 18:30
    Non ti scoraggiare Mai... ama.. ama... ama...
    Poi arriverà la giusta dose di felicità...
  • loretta margherita citarei il 17/06/2010 18:13
    passerà, amica cara, la lingua uccide più della spada, bei versi
  • Francesca La Torre il 17/06/2010 17:40
    Hai ragione Antonietta, dovrei bandire la malinconia, ma fa parte del mio essere, ci provo sempre, ma quando meno me lo aspetto, ritorna...
  • Antonietta Mennitti il 17/06/2010 17:37
    5 stelline cara... ma bandisci la tristezza e la malinconia! Vivrai meglio Francesca.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0