PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A Picciotta Iblea

I to liniamenti sunnu biddizze unichi..
Ra to ucca niesce u sono re sirene..
Incantato ti taliai,
Ri da carrozza ri secunna classi scinnì..
Tu erutu dà...

Affruntata come na picciridda
a me picciridda
a picciridda ca mi tineva cu dà manuzza nica..

l'uocci to beddi erunu
virdi oliva mi ricisti
a mia marroni mi parevuno.

Nu desertu intorno a niautri
Era Duminica era l'una ri jornu
U cauru si sinteva
Lugliu era
Ma u cauru vineva da lu me cori
Mi batteva come nu tamburu
Trimavu dall'emozioni
Mi mancava u sciatu
Mi mancava la forza pii diriti Ti amo
Bedda a to ucca..
Nicareddi a cuoricinu i to labbra
morbidi come a sita i to capiddi..
niuru come la notte...

Tu ora si luntana,
Ju staiu ca na sta terra straniera
Vogghiu turnari a casa
Vogghiu turnari in Sicilia
Vogghiu Turnari a Vittoria
Pi stare ancora nu jornu ca Picciotta Iblea

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Francesco Garofalo il 18/06/2010 16:07
    a bedda picciotta si chiama Eva però malamente mi fici stari... iblea perche sta nei monti iblei (ragusa vittoria comiso) grazie per il comento
  • Anonimo il 18/06/2010 16:03
    Bedda sta puisia ca inchi l'arma e lu cori. U cori de siciliani è chinu d'amuri. Ma sta bedda picciotta si chiama propriu Iblea? ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0