username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La natura è maestra

Curando i fiori
del gardino,
faccio tesoro
dei piccoli
insegnamenti,
semplici accorgimenti,
che la natura offre.
Così , non m'è difficile
rapportare
ciò che imparo
alla vita reale
e metterlo,
in pratica poi.
Ho compreso,
ad esempio,
dal volo delle farfalle,
degli uccelli,
il senso della libertà,
che è gioia assoluta
quella del fiore
aprire la corolla
per accogliere
l'ape
e di come
talune erbacce,
soffocando la crescita
della pianta,
simili sono
alla cattiveria
che strangola l'anima ed il cuore.
Stamani,
ancora un'altra lezione,
nel bocciolo di rosa
che chiuso al mattino,
s'apre e subito
si consuma
sotto la violenza
del rovente sole,
sfiorendo alla sera.
M'ha fatto pensare,
al fuoco della passione,
che se troppo intensa
brucia subito l'amore,
quindi meglio è, usare
giusta moderazione,
essendo amor raro,
eterno,
prezioso fiore.
Purché viva
e rigoglioso sia,
occorre da parte nostra
massima cura ed attenzione.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • tania rybak il 21/06/2010 16:50
    hai ragione, la cattiveria può strangolare l'anima e il cuore, ma mentre il fiore appassisce al troppo sole, la persona coraggiosa può diventare subendo l'ingiustizia ancora più rigogliosa, baci maestra
  • Rosarita De Martino il 21/06/2010 07:38
    Sono molto profonde le tue riflessioni, tuttavia mi ha colpito particolarmente il concetto della libertà espressa nel volteggiare delle farfalle e, per me, nel volo dei gabbiani che sfrecciano sul mare di Acitrezza. Con simpatia. Rosarita
  • denny red. il 20/06/2010 04:01
    ottima!! Lory, ci sono due passaggi nella poesia, che sono pura verità.. Bravissima!!!
  • Tim Adrian Reed il 20/06/2010 02:02
    Stupenda la tua rappresentazione della passione attraverso la rosa!
  • Donato Delfin8 il 19/06/2010 16:41
    Ottime riflessioni Lò.
    zi zi Maestra che sboccia e promoziona

  • Fabricio Luiz Guerrini il 19/06/2010 15:48
    Bella la poesia, ma non sono molto d'accordo con la morale che ne trai.
    Moderare la passione è una contradizione in termini e non è quello che insegna la natura dove impera l'istinto disinibito. È la passione stessa che o svanisce lasciando il nulla oppure si trasforma in amore, affetto, talvolta amicizia. Noi dobbiamo solo seguire il nostro cuore.
  • karen tognini il 19/06/2010 11:19
    Bellissime riflessioni... le condivido...
  • Vincenzo Capitanucci il 19/06/2010 11:06
    Ho compreso il volo della libertà...è gioia assoluta...

    Bravissima L'Or...
  • rea pasquale il 19/06/2010 10:52
    Che bello oggi è la seconda poesia sulla natura.

    Diceva in sintesi Goethe: "Sono al mondo per stupirmi", se io contemplo con stupore ogni evento della natura, dimentico il mondo avido delle necessità umane.
    Per un momento invece di sfruttare, di combattere o di organizzare, sono entrato nel mondo dell'unità, di una grande madre e maestra.
    BRAVISSIMA
    Ciao
  • Salvatore Ferranti il 19/06/2010 10:21
    la natura ci insegna ogni giorno qualcosa d'importante. non ci sono dubbi...
    bella poesia
  • ignazio de michele il 19/06/2010 10:19
    chiaro esempio di come incensare la natura, sempre bella e mai avara come l'uomo
  • Cinzia Gargiulo il 19/06/2010 09:32
    Vero, se sappiamo ascoltarla la natura è la più grande maestra di vita.
    Belle riflessioni.
    Ciao...
  • laura marchetti il 19/06/2010 09:08
    bellissime perle e riflessioni le tue poesie... ti sento davvero una grande maestra...
  • Anonimo il 19/06/2010 08:31
    Vero, vero, mille ragioni Lor per andarci cauti in questo contesto che
    è l'amore.

    Bellissimi versi, bella riflessione...
  • Giuseppe Bellanca il 19/06/2010 08:03
    Hai ragione la natura è maestra e tu sai coglierne al volo le sfumature e renderle lezione di vita. Bella rifessione ciao cara Lor.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0