PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Frugare nei giorni dell'incontro

Come sospiro di vento ci siamo ritrovati
parole perdute di anime in attesa.
Nel muovere d'onda che spinge il richiamo,
abbacinata melodia ci intrattiene.
Nomadi distesi su arenili di sintassi disimparate
il nostro spirito non ha catene,
i nostri sguardi increspano maree
e le parole si muovono nella fonte
che sgorga da impensate sorgenti.
Nell'abile gioco delle parti è bello incontrarsi
nei nostri destini dai quali fingiamo di fuggire,
mentre ci offriamo un abbraccio di cielo
liquefatto nel bacio mancato.
Al calpestio dei sensi porgiamo l'orecchio
nel gioco del tempo ancora da frugare.
Sguardi, sorrisi, lusinghe, irridendo alla vita,
e... parole, parole, parole.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Anonimo il 05/08/2007 15:19
    Bella, sembra l'incontro di due vite segrete. Ciao.
  • marilena rimpatriato il 31/07/2007 15:27
    Chi ama non ha catene. Amare è dare se stessi e non non ci si può illudere di poter tacitare un sentimento così caparbio, così struggente, così forte, perchè esso fa ormai parte della nostra vita e del nostro destino... chi ama lo sa. Bellissima e molto intensa la tua poesia.
  • Riccardo Brumana il 28/02/2007 20:47
    una bella poesia, ma manca di rime. peccato.
  • sara rota il 28/02/2007 20:06
    Un po' troppo ricca di parole complicate; fosse stata più semplice...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0