accedi   |   crea nuovo account

Estinzione

Il tempo c'inghiotte
come un invisibile buco nero,
in cui prima o poi svanisce
anche il ricordo ultimo
della nostra esistenza.

Un infinitesimo barlume di noi
albergherà nel microscopico dna
dei nostri discendenti,
finché ne resterà almeno uno,
uno solo, l'ultimo.

Poi, si è stati
e non si è più.
Non più utili
alla continuazione della specie,
ci siamo, inesorabilmente,
estinti.

Estinti all'improvviso,
come accadono le cose
definitive,
un insignificante mutamento,
un'infinitesima soluzione
di continuità,
nell'immutabile corsa del tempo.

Nell'universo
non ci sarà neppure il vuoto
che vorremmo aver lasciato

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • laura marchetti il 21/06/2010 20:30
    molto bella, un po pessimista, magari qualcosa di noi rimane...
  • loretta margherita citarei il 21/06/2010 17:12
    bella riflessione, piaciuta
  • Anonimo il 21/06/2010 13:54
    Comprensibile sensazione di sconforto, la poesia è veramente bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0