PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sogno

Ho attraversato un mondo di ombre,
cavalcando un chiaro cavallo alato,
un luogo avvolto da nuvole nere,
dimora di ipocrisia e indifferenza,
amore, amicizia, tenerezza, bontà,
erano sentimenti spogli e illusori,
l'arroganza era regina dominante,
si parlava di anima curando l'aspetto,
l'invidia era disseminata ovunque.
È stato un viaggio tormentato,
malinconia e sogni mai realizzati,
fluttuavano in un mare di lacrime,
povertà e opulenza si fondevano,
in una danza sgradevole e assurda,
incongruenza di menti sconvolte,
in cuori oscurati da idee soffocate,
ho valicato il vasto e gelido oblio,
raggiungendo una città di luce.
Un canto allegro mi ha ridestato,
era un fringuello lambito dal sole,
in una limpida giornata d'estate.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 23/06/2010 15:33
    purtroppo la vita è quella che tu descrivi ottimamente... una crude realtà... che tutti accettano e a cui nessuno vuole ribellarsi... l'ipocrisia oramai è in ogni cuore... l'invidia il cibo quotidiano... pensieri diretti e sinceri... complimenti
  • angela testa il 23/06/2010 15:19
    una ninna nanna che ti trasporta...
    bravissimo...
  • nicoletta spina il 22/06/2010 00:04
    Un viaggio difficile e tormentato attraverso la realtà, che spesso ci delude.
    Ma poi la luce e il canto...
    Scritta benissimo, bellissima.
  • loretta margherita citarei il 21/06/2010 22:28
    mirabili versi di un vissuto difficile, ma pieno di rinascita nel sole della bella stagione
  • Falco libero il 21/06/2010 21:58
    Antonino sarà stato un tuo lapsus freudiano io sono Falco Libero e non Stefano
    Ciao Antonino
  • laura marchetti il 21/06/2010 20:38
    bellissima, ma non è solo un sogno...
  • Simone Scienza il 21/06/2010 18:52
    Come al solito nella semplicità, nella natura
    dovremmo trarre la visione
    dei giusti valori che rischiarano le menti,

    invece di lasciarci percuotere di continuo
    dal caos iniquo di vuote ambizioni
    che servono solo a farci smarrire dentro noi stessi.

    PENSO CHE SIA LA TUA MIGLIORE FALCO
    Mi ha entusiasmato
  • karen tognini il 21/06/2010 18:27
    Stupenda...

    davvero bravo... Un canto allegro mi ha ridestato... era un fringuello...

    ciaooo
    k
  • Anonimo il 21/06/2010 18:12
    Bellissima Stefano... peccato sia solo un delirio onirico
  • Anonimo il 21/06/2010 17:31
    bellissima ben scritta.. un viaggio surreale nei meandri dell'interiorità umana... da trattenere
  • Antonietta Mennitti il 21/06/2010 17:31
    Si condivido con Patty... Stupenda!
  • Patty Portoghese il 21/06/2010 17:30
    Dato che il tempo è tiranno, posso leggere poco, ma questa è davvero da nobel! 100 stelle!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0