PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Rapita dalla poesia

M'hai rapita
da anni nascosta
nei meandri dell'anima,
tra le pieghe del cuore.
M'hai rapita
era di settembre
accovacciata nei pensieri
dolorose sensazioni.
Un antro di doloroso sgomento
e poi... Il tuo vento,
solleticando gote bagnate
m'ha preso e portato in alto.
Finalmente ho capito
non c'era bisogno d'altro.
Un uragano di sensazioni
crescenti e palpitanti
solo emozioni naviganti.
M'hai rapita e te ne sono grata
forse davvero m'hai salvato la vita.
E non importa se sacrificio
costo' una bella aurora,
ne sono nate altre
e altre ancora,
tutto ciò che mi circonda
ora ha un'altra aura.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • laura marchetti il 23/06/2010 07:45
    e a noi ci rapisci sempre con i tuoi bellissimi versi... poesia bella e molto condivisa..
  • Maurizio Cortese il 22/06/2010 22:48
    Lode alla poesia che, come nell'etimologia, è capace di creare-ricreare una persona: molto vera.
  • Anonimo il 22/06/2010 18:20
    Elogio della poesia, dell'arte in genere come sublimazione, capacità di elevarsi cogliendo il senso recondito della realtà. Stupenda.
  • loretta margherita citarei il 22/06/2010 17:37
    terapeutica è la poesia, direi che ti ha rapito bene, brava patty
  • Sergio Fravolini il 22/06/2010 16:52
    L'anima rapita non importa è un sacrificio con altra atmosfera. Bella.

    Sergio
  • Giacomo Scimonelli il 22/06/2010 16:39
    chi riesce ad esprimere le felicità e i dolori della vita in poesia è molto fortunato... tu riesci alla grande a farlo... complimenti x questo inno alla poesia che in effetti aiuta molti... brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0