PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Quando non Sarò più

Sono stato qui
a contare gli azzurri del cielo.

Sono stato qui
a seguire i consigli
che il vento dà alle nuvole.

Sono stato qui
ammirando le lacrime dolci della pioggia
diventare verdi
dentro la farina bruna della vita.

Sono stato qui
a cantare
con i cuori che contavano.

Quanto avrà contato,
ora che non conta più,

perché non sono.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

19 commenti:

  • Donato Delfin8 il 01/07/2010 19:30
    Mappate Simò... aspè che... ecco!

    Ottima riflessione. Dai dai sei e sarai
    ehi conto su di te... (ci vorrebbero i tacchi a spillo ehehehe!!!)
  • laura marchetti il 24/06/2010 21:19
    ma tu sarai sempre...
  • - Giama - il 24/06/2010 17:14
    SIAMO! questa è la più grande verità... perchè quando non esisteremo più, comunque rimarrà ciò che siamo, al di là della mera esistenza

  • mariella mulas il 24/06/2010 14:55
    Caro Simone, filantropo di pensieri... dolce ironia sulla vita.. sulla morte... e ti ammiro per il tuo strordinario sentire!
  • B. S. il 23/06/2010 21:59
    Profonda e bellissima,
    grazie Simone.
  • loretta margherita citarei il 23/06/2010 21:48
    una poesia che fa pensare, molto bella, complimenti
  • karen tognini il 23/06/2010 18:02
    bellissima.. meravigliosa..
    contiamo.. gli azzurri del cielo...

    Sei grande Simone...
    karen
  • Fabricio Luiz Guerrini il 23/06/2010 15:50
    Noi siamo qui e su di noi rimbalzano ogni istante innumerevoli, sconosciuti destini, condizionandoli: così la nostra presenza conta anche se non ce ne accorgiamo.
  • Falco libero il 23/06/2010 15:17
    Perchè non siamo...
    Bravo Simone sempre più bravo.
    Ciao
  • Anonimo il 23/06/2010 15:16
    Eccome se conta! Se tu non avessi contato ieri, oggi non saresti quello che sei e non ti accorgeresti neanche di non "essere"... profonda riflessione, bella.
  • Maurizio Cortese il 23/06/2010 11:57
    La malinconia per il distacco dal mondo è umana, comprensibile, ma il nostro valore non sono gli altri a darlo, è un Altro; per questo saremo sempre. Agile e profonda scrittura.
  • Hila Moon il 23/06/2010 10:03
    Malinconica, intensa considerazione... molto bella simo
  • laura cuppone il 23/06/2010 09:49
    sei eccome
    eccome conti!
    no, non numero
    ma contare per l'esistere..

    oggi... l'esistenzialismo é il tema???
    forse...
    e a domanda rispondo:
    ci sono... senza esserci!

    splendida.
    lau
  • Cinzia Gargiulo il 23/06/2010 09:10
    Profonda riflessione.
    Bravo!...
  • anna rita pincopallo il 23/06/2010 08:36
    riflessioni molto intense e vere di una vita terrena, che ne sai però potrebbe essere anche meglio quello che ci aspetta quando non saremo più
  • Anonimo il 23/06/2010 08:33
    Contando i sogni e quanti sono nel cassetto della vita, continuando a esistere...

    Bella e profonda riflessione Simo
  • Elisabetta Fabrini il 23/06/2010 08:09
    Bellissima.. un po' triste ma intensa... Bravissimo!!
  • Fabio Mancini il 23/06/2010 07:47
    Un po' amara, ma vera. Ciò che conta è non aspettarsi più di quanto la vita, o le vite, possono darci. Il resto appartiene al sogno, o all'illusione. Ciao, Fabio.
  • Vincenzo Capitanucci il 23/06/2010 07:21
    <Sono stato qui a cantare... con i cuori che contavano...
    enigma... grandissimo Simo...
    Contavano in Valore... o contavano i soldi...
    il vento da ottimi consigli... spazzando via le nuvole... in un azzurro di cielo... sono...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0