accedi   |   crea nuovo account

Peccaminoso demone

Non posso esserti compagna
nell'insolente unione
di due corpi senza sole
e nell'alito caldo
che sale dal profondo del piacere.
Il senso di un respiro fatto affanno
condensa l'aria sullo specchio che ci guarda,
peccaminoso demone che sfratta la coscienza.
Non posso esserti compagna nella gioia
scivolare lenta sui tuoi fianchi
assaporare il sale che mi doni
mentre la luna, si posa sulle nubi.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Antonio rea il 28/06/2010 10:34
    Bella, intensa e con un pizzico di malinconia!! Questa poesia trasmette tanto tanto sentimento e passionalità, senza tracimare in "paroloni" Gradevolissima!!
  • Alessandro Moschini il 27/06/2010 00:17
    Molto... molto bella. Brava
  • antonio ciavolino il 26/06/2010 19:27
    molto piaciuto brano. Sensuale con malinconia, appassionato con screzio in quel non potere che non attenua i desideri.
    Complimenti a te e a rileggerti.
    ciao
  • Fuvell Altego il 24/06/2010 11:13
    Si respira il desiderio di amore e non solo il contatto fisico sensoriale sprigionatosi da movimenti sinuosi che condenza il calore sullo specchio, pronto a svanire quando l'affanno termina
  • Dolce Sorriso il 24/06/2010 09:20
    mi piace...
    brava davvero
  • loretta margherita citarei il 24/06/2010 06:41
    sesso senza amore, soddisfazione temporanea con conseguenza di vuoto dentro poi, bellissima
  • Giacomo Scimonelli il 23/06/2010 23:37
    splenditi versi... parole calde e dirette... non posso esserti amante... complimenti
  • Antonietta Mennitti il 23/06/2010 23:37
    Bravissima Manuelaaaa.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0