username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Come spighe di grano

Aspettano da giorni,
piegate, rassegnate,
si inchinano alla luce
di una nuova alba,
alla sacra quiete della collina
scrutando lontano,
la città che apre le palpebre,
la rugiada, diventare azzurra,
la brezza leggera che ondeggia
le chiome degli alberi,
il canto della vita,
così bella e meravigliosa.
E ti rivedo in quel letto,
quando per te le albe
stavano per finire,
e mi si stringeva il cuore
pensando che quella falce
ci disperde nel vento,
fra copiose lacrime di pioggia
ed in mezzo all'arsura
dell'indifferenza.
Come spighe di grano,
che rassegnate aspettano,
e guardano lontano.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

17 commenti:

  • denny red. il 27/06/2010 05:53
    laura.. senza parole sono, quando scrivi così.. STUPENDA!!!!! BRAVA!!
    Un Abbraccio.
  • Antonietta Mennitti il 25/06/2010 10:41
    Nostalgica e struggente... brava Laura!
  • Dolce Sorriso il 24/06/2010 21:05
    stupenda Laura...
    bella poesia
  • - Giama - il 24/06/2010 17:06
    Bellissima!


  • Anonimo il 24/06/2010 17:01
    Hai proprio una bella penna, Laura. Non ti smentisci mai!!
  • loretta margherita citarei il 24/06/2010 16:39
    bellissima
  • Falco libero il 24/06/2010 15:55
    Un'opera intensissima e grandiosa un vivo elogio Laura.
    Bravissima Stupenda Poesia
    Falco
  • giusi boccuni il 24/06/2010 15:55
    molto bella Laura, morbidamente malinconica, teneramente vitale
  • Salvatore Ferranti il 24/06/2010 13:23
    una bella poesia. applausi e complimenti a laura
  • Anonimo il 24/06/2010 11:56
    Che bella. Tu sei una bella spiga di grano, guarda lontano e non farti piegare da niente e da nessuno. ciao
  • Cinzia Gargiulo il 24/06/2010 11:16
    Descrivi molto bene la realtà della vita.
    Bravissima!
  • karen tognini il 24/06/2010 11:11
    Bellissima.. Laura..
    Brava.. davvero..
    k
  • Elisabetta Fabrini il 24/06/2010 10:50
    bellissima... triste e sentita... parole intrise di dolore e ricordi... brava!
  • Sergio Fravolini il 24/06/2010 10:46
    Aspettare e guardare lontano... difficile.

    Sergio
  • Giuseppe Bellanca il 24/06/2010 10:28
    I tuoi versi sono molto sentiti e sofferti, piaciuta ciao Laura.
  • Simone Scienza il 24/06/2010 10:18
    Ci inchiniamo ossequiosamente,
    indorati dai doni della vita
    fino al triste tempo della mietitura

    Parli di dolore con la tua solita incantevole grazia.
    Grazie Laura
  • Anonimo il 24/06/2010 09:16
    Le persone care non muoiono, si spostano semplicemente nella stanza accanto...
    un'opera che parla di dolore senza essere per nulla dura, molto bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0