username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Querida

Querida,
io per te
sono come la partenza
da tempo desiderata
verso paesaggi nuovi e lontani
dai ripetuti gesti quotidiani.
Un viaggio, chissà quanto lungo,
da cui tornare più forte e rinfrancata
ad affrontare la definitiva strada
che il destino ti ha assegnata.

Querida,
tu per me
sei come il ritorno da tempo sospirato
verso un porto riparato ed accogliente
cui far approdare il mio corpo affaticato
da una vita fin troppo sofferente.

Querida,
durerà il tuo viaggio
quanto tutti i miei ritorni?

O forse un giorno cercherò invano
quel riparo tanto agognato,
la grazia carezzevole dei tuoi gesti,
la morbida bocca profumata
ed il caldo asilo del tuo seno?

Nel corpo e nella mente
resterà allora
il ricordo del tuo braccio di traverso
sul mio petto,
del caldo respiro che mi accarezzava il viso,
del peso del tuo ginocchio malizioso
sul mio sesso esausto, ma stupefatto,
per averti tanto amato!

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 09/10/2013 10:21
    molto apprezzata.. complimenti..

4 commenti:

  • laura marchetti il 24/06/2010 20:57
    mucho caliente... querida!!!
  • Anonimo il 24/06/2010 19:05
    Come dice un mio carissimo amico "Meglio perderti che non averti mai incontrata"

    Bellissimi versi Fabricio...
  • loretta margherita citarei il 24/06/2010 16:26
    dolcissimi versi
  • Salvatore Ferranti il 24/06/2010 13:33
    bei versi. una poesia molto apprezzata...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0