PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'INFINITO (liberamente tratta dalla lirica omonima di Giacomo Leopardi)

Ti ho sempre amato. colle
solitario come me.
Ti ho sempre amata, siepe
che mi fai aprire l'anima verso l'orizzonte
me lo nascondi ma me lo fai amare
immaginando spazi infiniti.
Ho sempre amato questo posto
il suo sovrumano silenzio
la sua profondissima quiete
e il tenue soffio del vento tra gli alberi
e la dolcezza di queste piante che dormono.
E mentre sono seduto e guardo lontano
mi tornano in mente le stagioni fuggite
l'ora presente
l'eternità
ed è dolcissimo
perdersi nell'immensità della natura.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 07/05/2011 09:01
    Ottima e bellissima
  • Maria Lupo il 25/10/2007 02:38
    In effetti... su Leopardi meglio non fare esperimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0