PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il mondo nuovo

Una maschera di gelso si infranse
e un mandolino intonò
un canto straziante
di antichi popoli
e di tempi lontani
quando sileni e ninfe lasciavano dense impronte
su una terra ancora giovane
e la fredda lama non era ancora scesa
sul fragile cuore di questo mondo.
Una leggera pioggia indugia
lungo criniere di corallo
mentre un vate canta la gloria della sua nazione
e del nuovo mondo impavido che tornerà alla luce
con fragore di trombe
incedendo su petali di tulipano
vittorioso sulle spoglie
dell'antico ormai moribondo
di cui i bardi canteranno
l'età dell'innocenza
e le ferite che l'accompagnarono
durante la sua lunga agonia.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0