username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

A Stefania

A braccia protese mi avvicinai a lei
anch'io piangendo
e sollevandola da terra
la strinsi a me teneramente.

In grembo la tenevo a consolarla
e baciandole le guance
un mescolio di lacrime
assaporai commossa.

Indietro la testolina poi le ritrassi,
negli occhi la guardai senza parlare
ma solo con lo sguardo le supplicai
"perdono figlia mia"!

 

1
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 24/05/2013 07:22
    bella e delicata, brava...

5 commenti:

  • Anonimo il 02/05/2011 17:17
    Molto bella
  • Giacomo Scimonelli il 25/06/2010 18:06
    non basterebbero cento perdoni x me... bravissima...
  • francesca cuccia il 25/06/2010 12:04
    Che dolce!
    Non è mai troppo tardi.
    Bravissima.
  • Sergio Fravolini il 25/06/2010 11:53
    Perdono... per una figlia.

    Sergio
  • Salvatore Ferranti il 25/06/2010 11:52
    poesia molto apprezzata...
    brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0