username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

(d)esistere

Scrivo ancora,
tornano i fiumi di parole
sulla nuda solitudine
in cui ripiombi
svegliandoti dal sogno
del vagito primordiale
andando oltre,
sino alla prima stella,
sino al pulviscolo più antico,
sino al vuoto sconosciuto,
che vuoi sia tuo.

Riempiti di assenza,
per non vivere,
per non essere,
per non essere mai esistita,
invochi la bella signora
per tornare nel nulla.

Tu figlia!
Tu madre!

Tu mio amore,
vuoi farci camminare
nel deserto senza tempeste,
sui sentieri dell'orrore
sino a perdere l'intima innocenza
per cercare un'urna
anch'essa piena di niente,
per non stringere neanche un ricordo,
novelli Prometeo,
per poi gridare nel vuoto senza suoni,
figlia, mamma, amore
e non sentir echi.

Perso,
mi lancio dal vuoto nel vuoto.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Dolce Sorriso il 09/09/2011 22:43
    si legge il cuore... c'è anima in questa bella poesia
  • angela testa il 24/08/2010 13:49
    bella triste... ma coinvolge...
  • Ivan Bui il 30/07/2010 12:07
    Tra gli amici che ti aspettavano c'ero anch'io. Ciao. I tuoi soliti versi, tristi quanto belli.
  • Aedo il 25/06/2010 23:57
    Una poesia piena di tristezza, che rappresenta, però, il segno di una ricerca interiore. Bravo!
    Ignazio
  • Donato Delfin8 il 25/06/2010 23:51
    Ottima.
    e bentornato.
  • Cinzia Gargiulo il 25/06/2010 23:34
    Bentornato Michelangelo!...
    Pazientemente ti aspettavo perchè sapevo che la tua vena poetica era solo a riposo e si sarebbe risvegliata.
    I tuoi versi, come sempre, hanno il potere di catturarmi.
    Questa tua poesia è bellissima!
    Bacioni e spero di riabbracciarti presto...
  • Michelangelo Cervellera il 25/06/2010 23:01
    Rieccomi, torno a scrivere dopo molto tempo.
    L'incontro con amici del sito mi ha ridato nuovi stimoli.
    Grazie di cuore.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0