accedi   |   crea nuovo account

FANTASIE

Strambe fantasie, realtà nascoste
nel fondo del bicchiere degradato.
Se vanno in un luogo più lontano,
con te, che piangi, mi spingono di più.
Spirali di vetro nel torsolo del tempo,
dopo la mela plasmiamo i suoi confini:
roseto selvaggio da varcare
godendo ai graffi, ai petali incolore
su gambe nude, su tutto quanto nudo.
Guardiamo in alto, nella nostra notte,
ferite remote brillare come stelle…
Solo per noi apre il Moulin Rouge.

 

1
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • LAURA B. il 23/03/2007 22:20
    hai uno stile molto particolare, un lessico ricercato... le tue poesie mi lasciano sempre un qualcosa di nn compreso, sono misteriose e proprio per questo BELLE
  • Riccardo Brumana il 21/03/2007 17:55
    complimenti, molto bella.
  • Duccio Monfardini il 16/03/2007 15:16
    Fantastica...
  • Antonio Pani il 03/03/2007 10:59
    Molto apprezzata, non so perchè ma mi fa pensare ad un correre affannato, ad una fuga. Io la sento così. L'ultimo verso è speciale, bravo, a rileggersi.
  • Kasumi Suzumura il 03/03/2007 00:32
    Molto bella! Complimenti Antonio!! Coinvolgente soprattutto la prima parte! A rileggerci... Kasumi.
  • sara rota il 02/03/2007 17:19
    Eri partito così bene, xkè poi sei passato al nudo e al moulin rouge?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0