PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Preghiera a S. Precario

Siamo tutti equilibristi
in bilico, noi surfisti,
sull'onda che passa e ci solleva
poi ci ingoia,
tra i suoi flutti, siamo dentro,
ci siam tutti,
con i nostri giorni dolci e amari,
siamo noi
ci chiaman precari.
Aspettiamo una chiamata,
sai quel treno? Solo andata...
E tu bisogna che ci credi, ma
puntualmente non lo vedi.
Siamo noi, persi in sogni e progetti
che puntualmente abbiam smarrito,
aspettando un altro invito...
Vola quindi una preghiera dal mattino
fino alla sera:
S. Precario... dacci oggi un altro orario
e non indurci in depressione,
liberaci dalle incertezze e dalla confusione,
resta qui e con noi rimani,
perlomeno fino a domani.
E poi via su un'altra onda, una nuova occasione,
un invito, un quiz... una busta...
fa che sia
quella giusta!

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Salvatore Cipriano il 29/06/2010 00:38
    Sai la affiggerei all'entrata di ogni centro per l'impiego, manca solo l'imprimatur del vaticano.
  • - Giama - il 27/06/2010 23:07
    è tema delicato, vero e quanto mai reale...
    in bilico, dici bene, questa è la situazione di molte persone e delle loro famiglie...

    Bravissima!

    Gia
  • laura marchetti il 27/06/2010 22:13
    vieni anche a nuoto.. ti aspetto sull'Adriatico...
  • Auro Lezzi il 27/06/2010 19:02
    E se arrivassi con un sottiomarino..???

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0