accedi   |   crea nuovo account

La voce

Strana felicità
che arrivi inaspettata
a cancellare giorni
dal sapore di fiele
e sorprendi le mie piccole ore
con le mani nel sacco
ad aspettare in silenzio
un tuo cenno
nel ticchettio di lancette
che si infiltrano
tra i battiti del cuore
diventando una cosa sola
datti voce
tra un sorriso e una sillaba
pronunciata in silenzio
nella penombra di un sogno
a confondere sillaba e sogno
abbandonando questo
retrogusto di buio sporco
che troppe volte
ti ha allappato la bocca.
Sali sul trono di questo segreto.
È arrivato il tuo tempo.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Evelyn Di Maio il 15/05/2012 17:48
    Che fantastico augurio e come sento mie queste parole!
  • Alessandro Moschini il 30/06/2010 11:44
    Grazie mille a tutte. Un abbraccio
  • Anonimo il 30/06/2010 10:33
    Una bella poesia, una chiusa eccezionale, bravo.
  • Manuela Magi il 29/06/2010 22:54
    Una lontananza che ha bisogno di certezze.
  • Alessandro Moschini il 29/06/2010 17:45
    Grazie mille. Un abbraccio.
  • karen tognini il 28/06/2010 18:52
    Bravo Ale.. un'altra bella poesia...

    ciaooooo
    k
  • loretta margherita citarei il 28/06/2010 16:05
    molto bella