accedi   |   crea nuovo account

Pietro e Paolo

Pietro
sulla coscienza
il rinnegamento
del suo Maestro
aveva,
Paolo
sulla coscienza
la morte
di Stefano
aveva.
Eppure
Chi Tutto può,
per sempre
li riunì
con
il loro martirio
a Roma
per volere
di Nerone.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Pietro Saltarelli il 23/11/2010 20:57
    Comun peccato e comune sorte, trasfigurata nella santità e nella conversione da "chi tutto può"... questa è la nostra certezza di salvezza... questo è l'amore di Dio che sconvolge i nostri piani e le nostre miserie, ma tutto ordina a lui nell'eterno divenire dell'Amore...
    Grazie Don...
  • Cinzia Gargiulo il 28/06/2010 19:23
    Bellissima! Un omaggio a questi due santi che saranno festeggiati domani a Roma.
    Un abbraccio...
  • loretta margherita citarei il 28/06/2010 15:59
    la misericordia di dio è illimitata piaciuta
  • Anonimo il 28/06/2010 13:54
    Grande, i tuoi versi mi ricordano solo queste parole di Gesù: «Sono i malati che hanno bisogno del medico...» ed è naturale ricordare «Io sono misericordia!». «Mio Signore e mio Dio». Bella, anzi bellissimo ricordare.
  • Vincenzo Capitanucci il 28/06/2010 13:51
    La Paura di Pietro... l'ottusità di Paolo... s'incontrano per volere di Dio... a Roma...

    Molto bella Don...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0