PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'assurdo

È nell'assurdo
che trovo
la mia felicità.

Voli di gabbiani
di un giorno qualunque
per immaginare un mare
che non c'è.

Un mostro di gioia
l'attesa
la calma
di un sorriso.

Parole e promesse
al vento
per sfuggire a ciò
che non è più qui.

Fuggire dalla solitudine
scappare
dall'unica ragione sensata:
il compiuto.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 29/06/2010 21:41
    Nell'assurdo trovo la felicità, questa frase parla molto chiaro. Le persone banali trovano la felicità nel banale, le belle anime la trovano in tutto ciò che va al di fuori dagli schemi prefissati, al di fuori della "normalità". Nell'assurdo...è bellissima la tua poesia, bravo.
  • laura marchetti il 29/06/2010 21:21
    molto bella... fuggire dallo scontato... ma non dalla mia cassa!!
  • Elisabetta Fabrini il 29/06/2010 21:19
    Complimenti.. hai scritto una poesia bellissima!!
  • Aedo il 29/06/2010 20:04
    Poesia bellissima, che rivela il desiderio di liberarsi dalla determinatezza razionale e dare respiro alla vere emozioni, che ci permettono di raggiungere le vette dei sogni. Bravo!
    Ignazio
  • Anonimo il 29/06/2010 19:26
    Nell'assurdo o in un sorriso, importante che tu trovi un fievole appiglio
    per essere felice...

    Bella Sergio...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0