username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Quando la poesia

Ci sono liriche
così perfette
che sembrano
più vere del reale:
ammaliato ti immergi
nella loro acqua
ma quando affiori
neppure una goccia
resta sulla pelle.
Quando la poesia
a prima vista
è scabra e umile,
poi senti irresistibile
un richiamo
salire dalle tue fibre;
allora val la pena
sprofondarvi,
saziare il cuore
e la mente:
riemergere sarà
riavere ancor più vera
la realtà.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • nicoletta spina il 29/06/2010 23:37
    La poesia è anche negli occhi di chi legge.
    E questa tua mi ha donato una profonda riflessione.
    Molto bella e condivisa.
    Grazie!
  • laura marchetti il 29/06/2010 21:08
    ammiro chi riesce a curare la forma... ma certo anche il contenuto ha il suo peso...
  • vincent corbo il 29/06/2010 19:50
    Concordo, la poesia è un viaggio all'interno di noi stessi, per me è quasi una forma di autoipnosi.
  • Salvatore Ferranti il 29/06/2010 19:46
    bella poesia, senza ombra di dubbio...
    grande maurizio
  • Anonimo il 29/06/2010 19:33
    Concordo pienamente con te... poesie che ti fanno viaggiare, sentire,
    percepire... e altre belle ma fredde...

    Bellissima Maurizio, questa mi ha lasciato il sorriso...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0