username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Meriggio d'Agosto

Discosto, il sentiero
s'inerpica stretto,
fra arsi cespugli e colline di pietre.
L'ombre degli alberi
non danno sollievo
in questo meriggio d'estate.

Nell'aria, ronzare di mosche,
un ape è posata sulla corolla d' un fiore,
poi improvvisa mi sfiora l'orecchio,
volando ormai ebra.
Un frinir di cicale
riempie i campi assolati.

Si susseguono afosi,
i deserti tornanti,
su cui il posare dei passi,
alza della polvere l'acre sapore.
Nascosta da un albero chino,
una edicola antica,
racchiude una scolorita Madonna.

Il paese è laggiù, che riposa tranquillo,
oltre i campi deserti, le vigne e gli olivi,
attendendo l'ore più fresche.
Io, accaldato cerco ristoro
anelando ad un soffio di vento.
La mèta è vicina, un po' dopo la curva,
oltre l'abbandonato podere.

Là, una pianta di fichi ed una fresca sorgente...
mi attendono amiche.

 

2
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 18/12/2013 19:45
    sembra un Montale allungato con l'acqua
  • Anonimo il 02/06/2011 21:53
    le tue descrizioni piene di particolari mi fanno entrare in punta di piedi in questo ora calda della giornata mnel mezzo del giorno o meriggio... come nella poesia di d'annunzio... sento il frinir di cicale... la polvere che sale... finalmente il paese si scorge... oltre trovi ristoro sotto una pianta di fichi ed una fresca sorgente... bellissima mio capitano... i miei complimenti non servono.. davanti a tanta bravura...
  • Anonimo il 09/07/2010 17:19
    Bellissima poesia; mi fa tornare in mente l'atmosfera delle nostre campagne in estate, il silenzio, la natura immersa nella sua serenità bucolica ed in lontananza i paesini abbarbicati sulle colline. I tuoi versi sono sempre puliti e musicali come quelli dei grandi poeti e e non annoiano mai chi veramente ama la poesia, perchè non sono sdolcinati e stucchevoli, ma fanno spaziare la mente, come se si stesse ammirando un bellissimo paesaggio. Ciao Bruno
  • rainalda torresini il 09/07/2010 14:05
    bella immagine diel tempo d'estate nel paese assolato...
    sentirò il tuo sito...
  • bruno guidotti il 30/06/2010 18:16
    Grazie, Loretta... Loretta grazie. Se non ci fossi tu, e qualche altra amica pietosa a commentare le mie poesie, sarebbe stato meglio dedicarmi a qulcos'altro. Loretta, già credo di avertelo detto, le poesi che scrivo, non trattano l'amore, per cui, annouiano. comunque basta che piacciano alle care amiche. Loretta, ti ho già detto di scoltare le mie poesie sul sito: WWW. suonamiunapoesia. it, se ti fa piacere visitalo ti potrebbe interessare, ti abbraccio Bruno.
  • loretta margherita citarei il 30/06/2010 18:02
    bellissima, incantevoli versi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0