PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Primo appuntamento

È o primm'appuntamento,
o core stà facenn'o criaturo,
nun stà fermo nù mumento.
Zompa, sbatte, ride,
e cù nu filo e voce:
guagliò, m'arraccumanno!

S'è mise pure a Luna,
s'è m'pernacchiata
cu dduie ricchin'e nuvole
e na cullana e stelle.

Maronna quanta è bella!

Me fissa
cu dduie uocchie a'zzennariello
e me sussurra:
Mò ca vvene,
nun fa o scem;
dincelle c'a vuò bbene.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Ezio Grieco il 03/08/2010 00:14
    Ciao Sabri, grazie!
    .. ok, ho capito e mi fa piacere.
    cl
  • Ezio Grieco il 03/08/2010 00:13
    Ciao Lory, grazie per la costante presenza.
    ,,,è un piacere quando un mio scritto ti piace.
    cl
  • Ezio Grieco il 03/08/2010 00:12
    Ciao Cristina, grazie per il commento; capisci il mio dialetto?
    cl
  • Anonimo il 30/06/2010 20:00
    Bellissima come tutte le tue. E non è per ripetermi... Capisco il Napoletano.
  • loretta margherita citarei il 30/06/2010 17:40
    splendido in vernacolo
  • Anonimo il 30/06/2010 17:12
    Il dialetto è sempre affascinante... bella e originale.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0