username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Vivere (ovvero speranza continua)

Vivere
con l'ingenuità e la
meraviglia del
primo respiro,
l'adrenalina dell'ultimo istante,
il vorticoso rossore del
primo bacio, le lacrime di una
sconfitta, di un sogno che muore.
Il sangue vermiglio del
primo dolore,
il battito pulsante d'amore.
Il sorriso di
quello scherzo riuscito, la sensibilità del
poeta, l'orecchio attento del
musicista di strada, l'esuberanza del migliore attore della compagnia.
Lo sguardo di
madre dopo aver partorito,
le braccia paterne,
il coraggio di una vedova al tramonto,
l'ottimismo di nonno sul
letto di morte.
Lo slancio di un ribelle,
l'anima di un sognatore.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 27/12/2010 22:36
    Compagno ma è l'elenco della spesa? da te mi aspettavo di più. O è una di quelle di Montale che hai corretto?
  • Emanuele Ramundo il 02/07/2010 16:45
    grazie grazie grazie
  • Anonimo il 02/07/2010 00:37
    bellissima la trattengo trai preferiti 5 stelle
  • Francesca La Torre il 30/06/2010 23:14
  • loretta margherita citarei il 30/06/2010 22:29
    piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0