PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Congedo

Ma che beffarda sorte è mai codesta
che mi ha fatto raggiunger questo sito
dove l'amor per l'arte ha qui riunito
uomini e donne che han la poesia in testa.
Ho passato la vita a calcolare:
sono un tecnico, sono un ingegnere,
esperto di ingranaggi e cremagliere,
di meccanica sol dovrei parlare.
Sono entrato, e con grande meraviglia
le mie rime hanno avuto del consenso
"lo faranno per pietà" : è ciò che penso,
ma poi la voglia ancora mi si piglia.
Scrivo di getto tante poesie nuove
serie o facete, libere o baciate:
piacciono alcune, altre disprezzate,
a seconda di come il gusto muove.
Non ambisco di certo a un gran successo:
scrivo quel che mi frulla nella mente,
scrivo quello che ognuno in cuore sente...
... e per passare il tempo, lo confesso.
Sono afferrato da una gentil mania,
inoffensiva, almeno questo spero,
ma come recita un proverbio vero:
un bel gioco dura poco... e così sia!
Saluto tutti quanti, in special modo
quelli che l' amicizia hanno richiesto,
e terminando il qui presente testo,
non vi nascondo che ho alla gola un nodo!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

17 commenti:

  • Anonimo il 04/05/2011 19:59
    Un congedo del tutto unico, singolare direi...
    Torna presto, se puoi, amico mio!
  • Alessandro Bartoli il 31/03/2011 13:49
    Beh che dire: purtroppo sono arrivato tardi Ingegnere!!!!!
  • laura marchetti il 01/07/2010 21:54
    sei bravissimo e DEVI continuare a scrivere... arricchisci chi ti legge
  • Anonimo il 01/07/2010 21:14
    visto ingegnere?
    ormai fai parte viva del sito... quindi RIMANI!!!
    PER FAVORE... EEEH!
  • B. S. il 01/07/2010 21:10
    Ovviamente questo congedo è solo il titolo di un'altra bellissima poesia...
    Dove credi di andare?
    Come vedi Ingegnere, le tue dimissioni non sono state accolte!
  • giusi boccuni il 01/07/2010 12:19
    che simpatica, dolcissima, che bravo questo ingegnere! ti chiedo subito amicizia, facendo ammenda di non averlo fatto prima
  • marinella addis il 01/07/2010 10:57
    non ti avevo mai letto.. ora l'ho fatto...
    rimani!
  • Anonimo il 01/07/2010 10:46
    Penso che tu abbia un nodo alla gola perchè riconosci la tua grandezza. Penso che siano tutti meritati, i consensi da parte della gente.
  • Anonimo il 01/07/2010 09:52
    Me ne sono andato anch'io una volta, ma solo perché dovevo tosare il giardino.
    Se posso, ti consiglio di rimanere. Ma sappi che le cose non cambieranno, anzi.. Fai una cosa, sorridi a tutti e non mettere in dubbio le loro idee.. funziona.. dai scherzo..

    La tua poesia vale la permanenza. Ciao
  • Anonimo il 01/07/2010 09:19
    Un vero peccato... mi rattrista molto questa tua decisione! Ripensaci dai... ogni giorno ci regali belle emozioni... sorrisi e riflessioni. Continua a regalarci un po' di te stesso, ogni giorno...
    Ti abbraccio forte forte e non ci lasciare!!!
  • anna rita pincopallo il 01/07/2010 09:17
    Spero che tu rimanga mi piace leggerti, qui hai tanti amici... ma dove vai... poi che fai fuori dal sito sai che noia dimenticavo bella poesia
  • Giacomo Scimonelli il 01/07/2010 08:16
    bella... bella e bella scrivere di se stessi e dei propri pensieri è bellissimo... e non contano tanto i commenti... ma le parole di vicinanza che tanti lettori sanno dare...
  • loretta margherita citarei il 01/07/2010 08:02
    vietato andartene! sei troppo forte!
  • vincent corbo il 01/07/2010 07:49
    Se ci dai un motivo valido di questo congedo allora va bene, altrimenti ti invito a rimanere perchè come scrivi nella poesia non fai male a nessuno anzi ci regali un po' della tua anima.
  • Anonimo il 01/07/2010 06:29
    cooome te ne vai???
    Ah bè...è una filastrocca di carnevale, quindi uno scherzo... VEROOO???
  • Anonimo il 01/07/2010 03:49
    Perché te ne vuoi andare? Scrivi pur bene... Se sei un tecnico e sai di ingranaggi falli girare ancora meglio da domani. E la prossima volta che vorrai congedarti fallo in silenzio. La prima risulta bella, e chissà in quanti ti chiederemo di continuare a scrivere (anche il testo di questa filastrocca è notevole).
  • Anonimo il 01/07/2010 00:34
    Come"congedo"??? Spero solo siano versi, non pensieri veri...
    Ehi Gian Paolo, mò me spieghi!!

    Bellissima poesia, scirvi bene e mi piace leggerti... sai non so se
    quando son tornata l'amicizia te l'ho chiesta ma se così non fosse
    rimedio subito...


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0