PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Demon hunter

Corri corri quanto vuoi,
ma dai guerrieri della notte scappar non puoi
e quando ti prenderemo vedrai
che l'inferno a noi preferirai.

Ora sei qui di fronte a me,
piangi, fingi di non capire il perchè,
ma lo sai perdono non avrai:
il male in te è troppo grande ormai.

Forse ora comprender potrai
i piccoli angeli che crocifisso hai;
forse Dio perdonarti vorrà,
ma non avrai la nostra pietà.

Riverso a terra agonizzante
perdi la vita nel tuo presente
e anche se quegli angeli a viver non potranno tornare,
la tua mattanza dovevamo fermare.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

74 commenti:

  • laura cuppone il 29/11/2008 17:36
    ... ascolterò e ti dirò con piacere...
    un bacio
    laura
  • Riccardo Brumana il 29/11/2008 17:05
    Laura, le calamite fanno sempre attrito quando si incontrano-scontrano.
    per il "sentirla" ci vorrà ancora qualche mese, ho completato da poco il giro armonico...
    spero mi farai sapere che ne penserai una volta finita.
    grazie per le tue escursioni, sempre graditissime.
  • laura cuppone il 28/11/2008 00:28
    ... questa é l'ultima tua di stasera che leggo... un piccolo giretto..
    anche questo tuo stile é molto efficace...(per usare un eufemismo)

    questa é... dolente per me...
    é stata uno scoglio interiore e motivo di discussione tra noi tanto tempo fa...
    Punire.. non riuscire a perdonare...
    chi crocifigge bambini...
    come la penso ora?...
    difficile spiegare... mi limito a riflettere leggendo... e
    attendo di "ascoltare"quest'onda quando sarà completa...

    ciao Laura
  • Riccardo Brumana il 14/11/2008 23:00
    Lettore chiedere è lecito...
    ma continuerò sulla mia strada.
  • Riccardo Brumana il 14/11/2008 00:02
    Incompetente, non è come la tua sensazione ti consiglia. darei tutto quel che ho se servisse a far smettere certe vergogne "come le chiami tu". non ho certo bisogno di combattere il male per sentirmi bene, anche se sono convinto che la lotta alle ingiustizie sia una manifestazione del bene. mentre per l'essere puro... credo che nessuno possa sentirsi tale.
    grazie per il passaggio.
  • Anonimo il 18/09/2008 16:46
    perdonami, ma ho sempre la sensazione che chi ragiona così speri sempre che certe vergogne non finiscano, per sentirsi puri, avere uno scopo nobile nella vita e un ruolo eroico nella società... col massimo rispetto
  • Riccardo Brumana il 06/09/2008 16:36
    Emanuele, felice di sentire una voce sulla mia stessa lunghezza d'onda.
    grazie del commento!
  • Riccardo Brumana il 06/03/2008 18:53
    Giampaolo, mi fa piacere trovare anime a me affini, grazie!!!!!!!!
  • Giampaolo Angius il 06/03/2008 18:18
    Usare il bisturi per estirpare i tumori, chè altro essi non sono. Questo è il succo dei tuoi versi ed io li condivido. E pensare che qualcuno sostiene "nessuno tocchi Caino". Serene 24 ore
  • Riccardo Brumana il 03/02/2008 02:46
    Sabrina, no, non sono persone, ma vigliacchi che godono nel sentirsi invincibili mentre fanno del male fisico e psicologico a chi non ce la fa a difendersi!
    uno è il male, una è la cura, inutile essere buoni, essi non si femeranno mai da soli.
  • Riccardo Brumana il 03/02/2008 02:39
    Lucia, grazie!!! a rileggerci.
  • lucia cecconello il 02/02/2008 22:59
    Bravo Riccardo molto vera ciao
  • Riccardo Brumana il 02/02/2008 16:46
    Laura, il male è un cancro esteso, ma non bisogna arrendersi, mai!! ciao.
  • laura cuppone il 02/02/2008 16:20
    ... La tua poesia capita a proposito Riccardo... leggevo proprio ora che la magistratura sta cercando di inasprire il più possibile le pene contro questi reati, ma che trova difficoltà... In America, per quanto sia un Paese pieno di contraddizioni, le risoluzioni sono drastiche e tutte punite penalmente. Solo negli ultimi 15 giorni in una città come Milano, ci sono stati 7 stupri, anche in pieno giorno... e non parliamo della violenza minorile, che é argomento scottante in quanto quasi sempre consumata tra le pareti domestiche e il minore non é quasi mai del tutto attendibile agli occhi degli adulti addetti ai lavori... Non voglio deviare il discorso, né di fatto allontanarmi troppo dal commento della tua poesia, ma ti dico per esperienza che se al momento giusto qualcuno fosse andato a caccia del demone, forse tanti sensi di colpa non avrebbero ridotto persone allo stato in cui sono... Non so.. So solo che a queste cose bisogna mettere un fermo e se non lo fanno le autorità, bisogna che ci pensi pur qualcuno... Già la denuncia.. il gridare, non tenersi dentro nulla, già questo potrebbe essere un modo... La tua poesia almeno gli sputa in faccia il coraggio del no!!! e pensare anche a chi subisce e nessuno lo aiuta é alquanto nobile da parte tua... scusa il papiro.. ciao laura
  • Riccardo Brumana il 25/10/2007 23:11
    Gabriella, si deve sempre difendere chi è più debole di noi... grazie del commento sempre gradito.
  • Gabriella Salvatore il 25/10/2007 23:03
    l'avevo letta, come mai non l'ho commentata? forse per non lasciare il solito commento? Non si toccano i bambini, non c'è crimine più orrendo di questo. Quando culli un bambino e sai che lui dipende da te, che è indifeso, ti viene voglia di proteggerlo, di farlo sentire al sicuro. non si può perdonare chi fa del male a degli innocenti, mai.
  • Cinzia Gargiulo il 17/10/2007 23:43
    ...
  • Riccardo Brumana il 17/10/2007 23:39
    Cinzia, grazie per il pensiero e per la tua amicizia. anche tu non sei niente male
  • Cinzia Gargiulo il 17/10/2007 23:28
    La tua è passionalità a 360 gradi!!... A mio avviso chi è veramente passionale lo è nell'amore e nella rabbia in ugual misura...
    Il problema è che in Italia dopo un po' sono messi tutti fuor di galera perchè dichiarati "incapaci di intendere e di volere" ma esistono persone che sono semplicemente cattive...
    Ormai ti conosco un pò, mi piaci sia arrabbiato che dolce...
    Ciao
  • Riccardo Brumana il 17/10/2007 22:59
    Michelangelo, vedo che cominciamo a parlare la stessa lingua. certo sarebbe bello farli marcire lentamente in carcere ai lavori forzati, purtroppo prigioni così non esistono più e con la giustizia del governo italiano "come in tutta europa" questi demoni se ne escono dopo qualche anno più arrapati e vogliosi che mai!!!
    quindi non si tratta più di farla pagare a lui-loro, ma di salvare le future vittime che inevitabilmente farebbero.
    "la tua mattanza dovevamo fermare"
  • Michelangelo Cervellera il 17/10/2007 22:43
    Riccardo, non paragono morti violente, ognuna è raccapricciante ed odiosa.
    Certo che sono genitore ed ho sempre odiato chi provoca la morte di innocenti con qualsiasi mezzo, certo che la violenza sui minori è abberrante ed anche secondo me ci sarebbe solo una punizione, ma questo vale per tutti coloro che provocano morte e sofferenza ad innocenti (come la guerra ad esempio) in qualsiasi campo e mi collego a quello che ho scritto prima. Oltretutto io non ho neanche un dio a cui rispondere, ma solo alla mia coscenza, ma non per questo farei il vendicatore solitario, ma non per paura, pnso che sia un duro monito per tutti gli assassini e sfruttatori e guerrafondai sapere ad esempio che gireranno la macina sino a quando le spiaggie di sassi saranno di sabbia e poi forse la morte sarà una liberazione, ma allora continueranno a vivere nel modo più ignobile possibile.
  • Riccardo Brumana il 17/10/2007 21:30
    Stefania "quasi ti saltavo " le fiamme che senti dentro non troverebbero materiale abbastanza solido se veramente esplodessero! grazie.
  • Riccardo Brumana il 17/10/2007 21:25
    Egon... la fantasia di Sergio Bonelli & Co. per quanto fervida non potrà mai superare la realtà in brutalità. a rileggerci.
  • Riccardo Brumana il 17/10/2007 21:18
    Michelangelo violentare e uccidere un bambino-bambina me lo classifichi come "gesto che fa scalpore"?! paragoni un tale scempio con un incidente sul lavoro? mi domando se sei genitore o/e se hai pensato a cosa proveresti se "l'angelo" fosse carne della tua carne.
    forse tu ci metteresti una pietra sopra e perdoneresti, anche perchè altrimenti ne resterebbe solo uno, ma io no, io non la penso così.
  • Egon il 17/10/2007 17:18
    fà molto dylan dog
  • Michelangelo Cervellera il 17/10/2007 16:16
    Il problema vero e che tutti coloro che provocano morte andrebbero fermati. non c'è forse una priorità vera, certo fa più scalpore togliere la vita ad "angeli", ma sono tutti angeli, magari a cominciare da chi muore sul lavoro, ma queste sono morti "bianche" , non si vedono eppure esistono, oppure lasciare morire di solitudine i nostri vecchi, uccidere la dignità delle persone pagandole una miseria in modo che debbano sempre dire si, se vogliono sopravvivere (almeno per i figli). Di esseri che procano morti di ogni tipo ne esistono a milioni, forse tutti noi siamo in un modo o nell'altro carnefici. Allora uccidiamoci a vicenda... finchè non ne rimmarrà solo uno. Michelangelo
  • Riccardo Brumana il 16/10/2007 19:00
    Mare, o si fermano o ci si rende complici con la propria indifferenza! grazie.
  • Riccardo Brumana il 27/09/2007 23:57
    Ignazio, non è un indovinello... forse semplicemente non è il tuo genere di poesia.
  • IGNAZIO AMICO il 27/09/2007 23:51
    c'è qualcosa da capire? Me lo sto chiedendo da 5 minuti.
  • Riccardo Brumana il 27/09/2007 20:13
    Caterina, dico che tuo marito è ok! e gli consiglio gli Stone Sour. ciao
  • Riccardo Brumana il 27/09/2007 13:11
    Laura che scherzi! son cresciuto a pane e Metallica! grazie dell' accostamanto! And justice for all!!!!!
  • Riccardo Brumana il 27/09/2007 13:04
    Caterina... umilmente ti dico che sono convinto di una cosa; il coraggio e come il denaro, se te ne avanza non puoi spenderlo meglio che nell'aiutare chi ne ha bisogno. io purtroppo non navigo nell'oro, però...
  • Riccardo Brumana il 26/09/2007 23:04
    Laura, intendi tipo "six feet under"? mi trovi d'accordo.
  • Riccardo Brumana il 26/09/2007 23:01
    Lestat, grazie!!!
  • Riccardo Brumana il 26/09/2007 22:59
    Donatella, la chiave è nella chiusura...
  • Ivan Benassi il 16/09/2007 15:45
    I versi in rima non mi appassionano, ma questi sono ben costruiti. Anche se Laura non ha tutti i torti...
  • Lestat V il 11/05/2007 17:27
    questa merita un bel 10 ottime parole che non hanno bisogno di commento bravo!
  • Donatella il 22/04/2007 20:37
    c'è contraddizione in ciò che scrivi, lo volevate/no morto o no?
  • Riccardo Brumana il 04/04/2007 11:48
    il tuo commento mi ha allargato il cuore!!! grazie Tj
  • Tj R il 04/04/2007 11:40
    Io ti ho dato un bel 9. Non condivido ciò che di negativo è stato dato. È drammatica, forte, vera e concreta. Propini giustizia, quella che tutti meriteremmo di avere! Molto bravo Riccardo
  • Riccardo Brumana il 04/04/2007 11:38
    grazie tania per il tuo commento "ringrazio anche tutti gli altri amici" mi hai dato un forte sprono a proseguire per la mia strada.
  • Riccardo Brumana il 04/04/2007 11:32
    cara laura, anche in questa occasione ti trovo alquanto confusa, però non offendere il poeta se non capisci la poesia, denota scarsa intelligenza e mancanza di tatto. per le risposte sarebbe bastato che leggessi il commento prima del tuo.
  • laura cuppone il 03/04/2007 19:34
    guerrieri della "notte"... chi uccide chi? quale morte? un po' di pietà? per te non c'è redenzione... nè mezze misure... peccato...è un vero peccato... laura
  • Riccardo Brumana il 21/03/2007 09:14
    thomas thomas, o hai preso il libbro al contrario o la psicologia proprio non fa per te! a rileggerci.
  • Antonella gargiulo il 18/03/2007 22:59
    ho letto tra i vari commenti che questa poesia a qualcuno non è tanto piaciuta, e questo si può rispettare ma secondo il mio parere lo trovata molto intensa, espressiva e piena di rabbia verso una violenza troppo grande forse da fermare, (forse regista del fantasma dell'opera, personaggio violento ma pieno di amore a passione,) complimenti
  • Luigi Lucantoni il 09/03/2007 22:04
    Saresti un'ottimo regista di film horror.
  • Ezio Grieco il 09/03/2007 15:14
    Per quanto riguarda i voti, pienamente d'accordo con Te; per il resto dissento.
    Non ho detto che la minestra sia da buttare, mi sono solo limitato a dire che per me era completamente senza sale; e mi pare ovvio che ai diabetici sia piaciuta, fermo restando che ogniuno è padronissimo di mangiare quello che preferisce.
    A rileggerci
    Clezio
  • Riccardo Brumana il 09/03/2007 12:50
    Sono d'accordissimo sul fatto che quando un vegetariano assaggia un piatto di lasagne al ragù, manifesti il suo dissapore, ma dire al cuoco che la sua ricetta è da buttare e che dovrebbe ricominciare dalle uova al tegamino è offensivo nei suoi confronti e nei confronti di tutti quelli che assaggiando la sua pietanza hanno provato belle emozioni. Non sei d'accordo?
    Avrai anche notato che nonostante la maggior parte dei commenti siano buoni "ringrazio tutti ". la media della poesia resta bassa, questo è dovuto ai vigliacchi che si divertono ad abbassare le medie delle altre poesie senza nemmeno commentarle. Personalmente di questa infamia non mi sono mai macchiato, piuttosto invio il commento ma non il voto. Proprio come hai fatto tu Ezio.
    Povero Pascoli, si rigirerebbe nella tomba leggendo il tuo commento; "O cavallina, cavallina storna, che portavi colui che non ritorna..."
    Spero che tornerai a commentare le mie poesie, a rileggerci.
  • Ezio Grieco il 09/03/2007 00:30
    Scusatemi, sono nuovo del sito e nel leggere i commenti pensavo di scoprire un capolavoro. È un complicato scritto con rime baciate da quinta elementare.
    Clezio
  • Leno Gello il 07/03/2007 13:39
    bello il tema ma le rime baciate rendono la poesia un po' ripetitiva. buono cmq.
  • Mario Secondo il 07/03/2007 10:55
    ottima. classico esempio di poesia costruita. molto musicale complimenti per il senso. Mario Secondo.
  • Anonimo il 07/03/2007 09:56
    Grazie per avermi commentato, e per avermi dato la possibilità di leggerti, visto che non riesco mai a leggere tutti (siamo tanti!). Mi piace come giochi con le rime, e il significato profondo delle tue poesie, trascina come in una girandola di gioia e dolore. Piaciuta.
  • Riccardo Brumana il 06/03/2007 19:57
    le tue parole sono piaggia di luce per i miei occhi, e spine per il mio cuore. massimo rispetto per il tuo dolore. a rileggerci Xabaras.
  • Anonimo il 06/03/2007 08:41
    Io vedo gli occhi dei bambini in queste parole, ma probabilmente sbaglio... vedo i loro occhi pieni di paura, annegati in lacrime di sangue, vedo il loro dolore, lo posso sentire.. sono stato/a anche io un bambino/a pieno di lacrime e abrasioni...

    KX
  • sara rota il 05/03/2007 20:26
    Belle le rime, così ricca di particolari che mi sembra di percorrere le strade che descrivi, di essere io il protagonista peccatore in cerca di perdono, ma cosciente dei propri sbagli. Bravissimo!
  • Jina Sunrise il 05/03/2007 14:16
    ritmata e con rima! facile la comprensione. doc
  • simona bertocchi il 05/03/2007 13:17
    per ringraziarti del tuo commento mi è sembrato giusto leggerti. Lo stile è un po' bohemien e l'immagine del tormento e dell'agonia di chi non vede più l'uscita è molto densa e palpabile. Bravo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0