username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Piogge acide

L'albero immobile
beve la pioggia,
pianto di nubi ferite.
Umida tristezza
che penetra le cose
e le corrode.
Desolazione viscida
di sassi bagnati
d'immense lacrime.

Forse è smarrimento
questo assaltare la terra
con scrosci violenti.
Forse piange la natura
l'irreversibile sua agonia.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • - Giama - il 03/07/2010 15:12
    forte denuncia, molto apprezzata.
    Oltre il contenuto, mirabili la forma ed i versi!

    bravissimo!

    Gia
  • Anonimo il 02/07/2010 17:25
    Siamo solo degli incoscienti e sarà troppo tardi quando ci renderemo conto
    che, boccheggiando, stiamo per morire senza ossigeno...

    La natura piange e questa poesia è bellissima Fabricio...
  • rea pasquale il 02/07/2010 13:57
    L'uomo non si rende conto, che uccidendo la natura uccide se stesso.
    Poesia di denuncia, amara e molto bella.
    Ciao
  • Salvatore Ferranti il 02/07/2010 13:41
    una poesia appassionante davvero
    bravo
  • laura marchetti il 02/07/2010 10:37
    un pianto amaro e liberatorio...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0