PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il dandy

Perso nel vuoto dell'estetica
e in una vita
che è come statua di lucido e bianco marmo,
in amori pregni di sensualità,
nei fumi dell'assenzio di smeraldo
e l'eburnea pipa piena di oppio,
le sgargianti vesti sfoggiate
sulla scena della vita
e un esistenza condotta
tra il puro giglio
e l'immondo re delle mosche,
assaporando i profumi di mille fiori
e assaggiando le ferite della battaglia di ogni giorno.
Così sta il dandy,
immerso nel denso fango dei vizi
eppure
impegnato nel tentativo
di gettare il suo animo oltre l'infinito.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Sergio Fravolini il 11/08/2010 15:24
    " il suo animo oltre l'infinito " eccellente.

    Sergio
  • Anonimo il 03/07/2010 00:26
    hai tradotto nella meravigliosa chiusa di questa bellissima poesia l'essenza umana il finito che si fonde nell'infinito

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0