username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il vuoto dell'indifferenza

Ho riempito
fogli di lacrime
quando ho capito che assorbe
come inchiostro
gioia e dolore
e con le sue mani
cattura le ali del cuore.
Ho riempito le stanze
dell'anima di voci e parole
quando ho sentito
il vuoto
come tonfo e rumore sommesso
dell'indifferenza,
cadere lontano
e l'eco non assopito
delle mie speranze
si infrangeva sulle pareti del nulla.
Quando le mani avide
della vita aspettavano,
per riprendersi rivincite.
Quello che sarò
è scritto sui muri del destino,
ciò che sono
è nell'aria di un presente,
ciò che ero
è nel libro della memoria,
scritto nel mio cuore.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

20 commenti:

  • Laura cuoricino il 04/07/2010 22:36
    Bellissima! Il libro della memoria scritto nel tuo cuore...è veramente stupenda e vera questa frase! Sei realisticamente pura e unica. Ciao da cuoricino
  • Salvatore Cipriano il 04/07/2010 22:04
    L'indifferenza è come vivere in un deserto.
  • Giacomo Scimonelli il 04/07/2010 08:01
    le tue poesie sono riflessioni e stati d'animo sempre profondi...
  • loretta margherita citarei il 04/07/2010 05:31
    bella riflessione
  • Glauco Rossi il 03/07/2010 21:58
    Non possiamo che congratularci per il bel presente!!! Belle parole!!!
  • Antonietta Mennitti il 03/07/2010 21:40
    5 stelline tutte per la tua bella poesia. Apprezzata tanto!
  • Don Pompeo Mongiello il 03/07/2010 20:48
    Una poesia di alta maestria. Molto apprezzata!
  • Simone Scienza il 03/07/2010 20:26
    Focalizzati sempre su quella carta pregna di ciò che sei,
    e godi dell'energia di coloro che assaporano le sue emanazioni.

    Quello che sarai verrà scritto giorno per giorno,
    tu leggi e correggi là dove è possibile,
    ogni tanto appagando quel tuo bellissimo
    sguardo nostalgico che si guarda sempre indietro.

    Il resto è tutto fumo... non badarci
  • tania rybak il 03/07/2010 18:26
    tu eri, sei e sarai sempre una persona di grande cuore e non ti deve spaventare indifferenza degli altri, bella poesia
  • Anonimo il 03/07/2010 17:07
    ,,,, emmmm scusa gli errori, ma per il momento il mio essere è un po' impicciato... sopratutto con la tastiera piccola e nera
    bacio
  • Anonimo il 03/07/2010 17:05
    Incantevoli versi... nella scoperta del tuo mondo, che credo, un po' il mondo di tutti, tu sai eddere capace di "Essere" con l e Maiuscola!
    Ti abbraccio
  • Falco libero il 03/07/2010 15:30
    Bellissima ottimo il finale quello che sarò... quello che sono... quello che ero..
    Bravissima Laura
  • Giuseppe Tiloca il 03/07/2010 15:03
    ok. È poderosa in tutto. È vero che la carta riesce a accettare le parole rivolte a lei, e le molte lacrime le assorbe e ti riesce a far sfogare. Grande
  • Sergio Fravolini il 03/07/2010 14:13
    Ciò che ero nel libro della memoria.

    Sergio
  • Salvatore Ferranti il 03/07/2010 13:36
    una poesia che mi ha conquistato. molto bella ed intensa.
  • Manuela Magi il 03/07/2010 12:50
    Favolosa introspezione, davvero favolosa.
  • Auro Lezzi il 03/07/2010 12:04
    e ed è un libro aperto..
  • - Giama - il 03/07/2010 11:40
    le lacrime consumano l'inchiostro delle parole scritte nel cuore...
    l'indifferenza... le cancella...

    bravissima Laura!
  • Vincenzo Capitanucci il 03/07/2010 11:24
    Ho capito... assorbi inchiostri di gioia e dolori...

    Bellissima Laura... fogli di vita...
  • marcella vitelli il 03/07/2010 11:06
    Veramente bella e profonda, Laura. Voto con 5 stelle. A presto rileggerti, Marcella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0